Salone di Parigi 2016

Revisione auto, quando farla? L’UE propone ogni anno

Revisione auto, quando farla? L’UE propone ogni anno
da in Auto 2012, Consigli e Guide, Revisioni Auto, Sicurezza Stradale
Ultimo aggiornamento:

    revisione auto tagliando

    La normativa attualmente in vigore per la revisione auto impone scadenze ben precise: ogni veicolo nuovo va revisionato dopo 4 anni dalla prima immatricolazione e, in seguito, ogni due.
    Finestre accettabili, per garantire la sicurezza di marcia del veicolo e, al contempo, non gravare in maniera eccessiva sulle tasche (già ampiamente prese di mira) dell’automobilista. Eppure, al vaglio dell’Unione Europea e dei ministri dei Trasporti degli Stati membri c’è un provvedimento che punta ad accorciare questi tempi, nel nome di una maggiore sicurezza stradale e sostenibilità ambientale.

    A finire sotto la lente d’ingrandimento dei dicasteri dei paesi UE sono le vetture con più di 6 anni di vita, quelle per le quali si vorrebbe una revisione annuale, ogni 12 mesi anziché i canonici 24. Quanto ci sia di realmente utile per l’ambiente e la sicurezza stradale è tutto da provare. In fondo, oggi un’auto del 2006 rientra pur sempre nelle normative antinquinamento Euro 4 e dispone dei maggiori sistemi di sicurezza attiva e passiva: airbag, abs, ripartitore della forza frenante, su molti modelli anche l’Esp e tanto altro ancora.

    Una decisione che, se adottata, si rivelerebbe eccessivamente selettiva, mentre potrebbe avere un senso accorciare i tempi della revisione per i veicoli con oltre 10 anni di vita.
    La lettura alternativa a quella di un interesse maggiore per l’ambiente e la sicurezza, potrebbe guardare a un sostegno indiretto al mercato dell’auto, portando l’automobilista di un modello che non supera la revisione davanti a un bivio: ripararla o sostituirla con una nuova?

    Se nelle intenzioni del legislatore europeo c’è l’obiettivo di favorire il mercato auto, difficile immaginare risultati positivi, senza contare i casi di revisioni truccate, fenomeno affatto nuovo e che potrebbe trovare nuova linfa, ricorrendo a tutto pur di ottenere quel visto sul libretto per un anno ancora. L’unica vera strada percorribile per ridar fiato al settore passa necessariamente da un potere d’acquisto maggiore per gli automobilisti, una riduzione della pressione fiscale sull’auto e vetture sempre più efficienti sul piano dei consumi. Non sarà certo l’obbligo di una revisione annuale a far riversare orde di proprietari nei concessionari per sostituire un modello con appena 6 anni di vita.

    ALTRI CONSIGLI E GUIDE DI ALLA GUIDA.IT

    Catene da neve a ragno

    Catene da neve: prezzi e modelli,

    Libretto di circolazione,

    Metano in autostrada, mappa,

    Pneumatici invernali, tipologie,

    Pneumatici e catene da neve: confronti,

    Pneumatici invernali: dove sono obbligatori,

    Anello Ferroviario Roma: limiti,

    Cinghia di distribuzione,

    Etichettatura pneumatici ,

    Ricorso multa autovelox,

    Modulo CID,

    Alcol test,

    Impianto GPL,

    Seggiolini auto,

    Contrassegno invalidi,

    Fermo amministrativo,

    Rinnovo patente,

    Tagliando auto,

    Passaggio di proprietà,

    Esenzione bollo auto

    671

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Auto 2012Consigli e GuideRevisioni AutoSicurezza Stradale Ultimo aggiornamento: Domenica 05/07/2015 10:20

    Salone di Parigi 2016

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI