Richiamate le Fiat 500 elettriche negli Stati Uniti

Fiat richiama poco più di quattromila 500e per un problema all'inverter negli Stati Uniti, tutti i particolari della campagna di controllo e sostituzione degli elementi difettosi

da , il

    Sergio Marchionne l’aveva detto: non comprate le Fiat 500 elettriche! Ovviamente, le considerazioni del boss di FCA erano ben altre e non certo riferite all’affidabilità della citycar a batterie, venduta in California.

    Adesso, purtroppo, arrivano problemi all’immagine con il richiamo auto per gli esemplari già consegnati. E’ pratica ormai tristemente diffusa quella del richiamo, nessun costruttore riesce a passarla liscia e certo il rientro di qualche migliaio di Fiat 500e non è nulla in confronto ai richiami di svariati milioni di veicoli venduti globalmente da marchi come Toyota o GM.

    Scendendo nel dettaglio, il difetto riguarda le piastre di raffreddamento sui moduli di potenza dell’inverter, piastre dalle quali potrebbero verificarsi delle perdite di liquido refrigerante, che conseguentemente potrebbe finire su circuiti ad alto voltaggio.

    In caso di perdita del liquido, un fusibile di servizio si rompe e porta alla perdita di potenza alla guida. Le Fiat 500e affette dal problema sono 4141, quelle costruite tra il settembre 2012 e aprile 2014; verranno riparate dalla Rete statunitense gratuitamente.

    Fabiano Polimeni