Richiami Auto: per Toyota è l’ennesimo!

Richiami Auto: per Toyota è l’ennesimo!

Sono infatti 436 mila le auto ibride “targate” Toyota che verranno a breve richiamate in tutto il mondo, di cui 223

da in Auto Ibride, Richiami Auto, Toyota, Toyota Prius
Ultimo aggiornamento:

    toyota prius

    Anno Horribilis si preannuncia il 2010 per le auto giapponesi, non è che lo scorso fosse stato da meno, basti vedere il maxirichiamo “ milionario” in fatto di unità di auto che di fatto ha fatto rientrare in officina ben sei milioni di modelli Toyota e l’onda dei difetti pare non volersi più arrestare e come un fiume in piena adesso travolge la stessa Casa nipponica in un settore che sembrava in qualche modo essere sfuggito allo straripamento dei richiami di massa, ovvero l’ambito delle auto ibride, adesso pure investito da un richiamo di vetture che sfiora quasi il mezzo milione di esemplari.

    Sono infatti 436 mila le auto ibride “targate” Toyota che verranno a breve richiamate in tutto il mondo, di cui 223.068 solo in Giappone e riguarda i modelli Toyota Prius; risultato, in officina andranno 199.666 esemplari, di cui Prius PHV plug-in Hybrid, richiamate saranno 159 esemplari, SAI ( 10.820 unità ), compresa la Lexus HS250h ed in questo caso ad essere richiamate saranno 12.423 vetture. Per gli amanti dei numeri ricordiamo che nella sola America le Toyota appartenenti a questi modelli saranno 150 mila, le altre 213 mila nel resto del mondo.

    Risulta difficile a questo punto immaginare un altro eventuale richiamo dovesse riguardare il marchio Toyota con la stessa benevolenza con la quale accogliamo in genere i richiami delle Case automobilistiche, inteso come un segno di attenzione particolare ai propri clienti, eppure, l’ulteriore richiamo che si somma al precedente e che riguarda 50 mila vetture della Prius vendute in Europa, sembrerebbe nei fatti veniale, trattandosi di un problema all’elettronica dei freni che non comporterebbe alcun inconveniente evidenziabile ma che tuttavia occorre ripristinare con un intervento in officina della durata di poco superiore alla mezz’ora.

    Paradossalmente l’ondata di richiami della Toyota se da un lato mette in cattiva luce il marchio giapponese non per l’iniziativa, che è senz’altro lodevole, ma per l’approssimazione dei controlli ante vendita dei propri modelli, dall’altro lato ha persino fatto registrare un rialzo del titolo Toyota in Borsa del 2,9%, avendo dimostrato la Casa automobilistica giapponese l’eccesso di attenzioni verso l’utente finale, anche in questa occasione, almeno a detta degli analisti.

    Insomma, a penalizzare un marchio automobilistico sono le scarse vendite, non i reiterati richiami, pur in presenza di volumi elevati di vendita. Resta solo da pensare se alla lunga, al perdurare di tali situazioni, può dirsi certa Toyota di poter continuare in futuro ad occupare l’Olimpo delle Case automobilistiche mondiali o se tale, chiamiamola approssimazione della produzione che poi si riverbera sulla necessità di richiamare un numero enorme di vetture qualche volte persino pericolose per l’utenza finale, non possa concretizzarsi con una paralisi delle vendite.

    502

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Auto IbrideRichiami AutoToyotaToyota Prius
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI