Rientro dalle vacanze: i consigli del Codacons

Rientro dalle vacanze: i consigli del Codacons
da in Auto nuove
Ultimo aggiornamento:

    Rientro in città

    Il prossimo weekend sarà quello del grande rientro degli italiani dalle vacanze. Il Codacons mette in guardia i cittadini sui possibili “agguati” e i problemi che possono incontrare al ritorno in città, attraverso alcuni semplici consigli dal viaggio di ritorno alle prime provviste. Li riportiamo di seguito grazie ad Help Consumatori:

    Viaggio di ritorno. Il primo problema è ovviamente il rientro stesso. Andare forte in macchina significa, nella migliore delle ipotesi, prendere una multa da 137,55 euro, nella peggiore provocare un incidente. Non distraetevi, ad esempio per guardare un altro incidente, mantenete la distanza di sicurezza (che a 130 Km/h è di 130 metri, ossia più di 7 autotreni), fate soste ogni due ore.

    · Furto bagagli. Durante i viaggi è facile distrarsi, sia per la stanchezza sia perché ci sono sempre tante cose da fare. I malintenzionati lo sanno e ne approfittano. L’associazione avverte di stare attenti durante le operazioni di carico e scarico a non abbandonare l’auto o i bagagli. Anche per una sosta brevissima, assicuratevi della chiusura dei vetri laterali e del cofano. Negli autogrill parcheggiate l’auto in modo che sia bene in vista e, di notte, in piena luce, evitando i self-service isolati. Scendendo non nascondete cose sotto i sedili, non fareste altro che attirare l’attenzione dei malviventi appostati. Non lasciate mai sola l’auto con un carico in vista nell’abitacolo, ad esempio borse e oggetti sui sedili posteriori o sul cruscotto.

    · Furto in casa. Se al rientro dalle vacanze trovate la porta aperta o chiusa dall’interno non entrate e non fate gli eroi: chiamate subito il 113 o il 112. Attenti poi alle assicurazioni. Ogni scusa è buona per non pagarvi.

    · Guasti in casa. Perlustrate subito la casa e verificate la presenza di possibili guasti o anomalie. Se scoprite che il televisore non va più, c’è una perdita d’acqua, o è sorto un qualunque altro problema, attenti a chi chiamate. Se il vostro artigiano di fiducia riapre in settimana ed il guasto non è grave, meglio aspettare qualche giorno e rivolgersi a lui, altrimenti chiedete preventivo e costo dell’uscita.

    · Posta. Controllate subito la posta. Potreste trovare bollette in scadenza (con il rischio di dover pagare poi gli interessi di mora) o multe arretrate da impugnare velocemente (60 giorni per le multe stradali).

    · Estratto conto e fatture varie. È bene controllare l’estratto conto della banca, specie se avete utilizzato la carta di credito. Anche le altre fatture meritano un’occhiatina. Si sono magicamente attivati servizi telefonici che non avevate mai richiesto?

    · Vacanze andate male. In caso di pacchetto turistico, se volete chiedere un risarcimento dei danni, ricordatevi che dovete inviare all’organizzatore del viaggio o al venditore una raccomandata A/R entro e non oltre 10 giorni lavorativi dal rientro.

    · Provviste. Avete il frigorifero vuoto? Attenti da chi vi rifornite. Se anche il negozio vicino a voi è stato chiuso per ferie, attenti alle scadenze di prodotti freschi e a surgelati sospetti.

    526

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Auto nuove
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI