Ritardo revisione auto: cosa succede, sanzioni e tolleranza

Non fare la revisione alla propria auto può essere molto rischioso: fate attenzione alla scadenza precisa. Tutto quello che c'è da sapere sul fare in ritardo la revisione auto: cosa succede, sanzioni e tolleranza.

da , il

    Ritardo revisione auto: cosa succede, sanzioni e tolleranza - La revisione dell’auto è una di quelle prassi che in molti tendono a sottovalutare, per i motivi più diversi. La legge prevede che la revisione venga fatta dopo 4 anni dalla prima immatricolazione dell’auto e, successivamente, dopo 2 anni dalla prima revisione. I meno esperti la confondono con il tagliando: quest’ultimo rappresenta l’intervento di manutenzione ordinaria da effettuare presso un meccanico della rete ufficiale o generico, nel quale si cambiano quei pezzi soggetti alla normale usura durante l’utilizzo del veicolo (cambio dell’olio, cambio dei filtri, controllo ed eventuale sostituzione delle pastiglie dei freni, ecc.). La revisione, invece, rappresenta un controllo che viene fatto periodicamente per accertare il buono stato generale della vettura. E si tratta di un procedimento obbligatorio per legge, quindi se non viene effettuato si è passibili di multa.

    Revisione auto in ritardo: cosa succede?

    Rispondiamo, quindi, alla domanda più spontanea: in caso di ritardo nella revisione auto, cosa succede? Per rispondere, citiamo l’Articolo 80 del Codice della Strada: “chiunque circola con un veicolo che non sia stato presentato alla prescritta revisione è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 169 a euro 680. Tale sanzione è raddoppiabile in caso di revisione omessa per più di una volta in relazione alle cadenze previste dalle disposizioni vigenti”.

    Ritardo revisione auto: sanzioni

    Le sanzioni per il ritardo sulla revisione auto, quindi, possono andare da un minimo di 169 euro, fino ad un massimo di 680 euro. Considerando il costo di una revisione – 45 euro presso la Motorizzazione, 66,88 euro presso un’officina autorizzata – si evince che non ne valga la pena di correre il rischio. Anche perchè, ricordiamo, la revisione nasce per essere un controllo a tutela della sicurezza stradale, ovvero un modo per certificare che il parco auto circolante sia in buono stato ed efficiente per un normale utilizzo su strada.

    Continuando a leggere l’Art. 80, “oltre alla multa si subisce la sospensione dalla circolazione fino all’effettuazione della revisione. È consentita la circolazione del veicolo al solo fine di recarsi presso uno dei centri di revisione oppure presso il competente ufficio del Dipartimento per i trasporti. Se, nonostante la predetta sospensione della circolazione per mancata revisione, l’auto viene colta sulla strada scatta una ulteriore multa da euro 1.959 a euro 7.837, oltre al fermo amministrativo del veicolo per novanta giorni. In caso di reiterazione delle violazioni, scatta anche la confisca amministrativa del veicolo”. Questo significa che, una volta beccati senza revisione, viene sospeso il libretto di circolazione: il veicolo può viaggiare su strada solo per raggiungere un’officina autorizzata per effettuare la revisione. E se venite fermati dopo aver subito la sospensione della carta di circolazione, la multa può arrivare fino ad un massimo di 7.837 euro.

    Ritardo revisione auto: Tolleranza

    Da tutto questo si evince che non esiste alcuna tolleranza sul ritardo della revisione auto. Non c’è un periodo per il quale siete comunque “protetti”, anche dopo la revisione: dal giorno successivo alla scadenza siete a rischio di multa.