Scadenza revisione auto: tolleranza e verifica

E' pericoloso oltre che vietato ignorare la scadenza revisione auto. Le multe sono molto salate. Le normative sulla revisione auto, scadenza, calcolo e controllo per non rischiare grossi problemi

da , il

    Scadenza revisione auto: tolleranza e verifica

    La scadenza revisione auto non va presa alla leggera. Le conseguenze possono essere molto pesanti. Non eseguire la revisione auto alla scadenza comporta multe salate e il ritiro del libretto. Inoltre dal 2016 è stato reso un po’ più difficile imbrogliare con la complicità di meccanici spregiudicati e compiacenti. Infatti le operazioni di revisione auto vengono monitorate da una telecamera che trasmette le immagini in tempo reale al centro dati della Motorizzazione. Quindi l’auto con la targa indicata deve fisicamente essere presente sui rulli. Vediamo quindi come verificare la scadenza della revisione auto, quanto tempo dopo la scadenza è possibile ancora procedere, se è prevista per la scadenza revisione auto una tolleranza. In altre parole, come procedere al calcolo della scadenza per la revisione auto.

    SCADENZA REVISIONE AUTO, COSA DICE LA LEGGE

    Scadenza revisione auto

    Si deve effettuare la revisione auto entro il mese di scadenza? O invece per la revisione auto scadenza e targa sono collegate? Il Codice della strada, all’articolo 80 comma 3, dice che per le autovetture e gli autoveicoli con massa fino a 3,5 tonnellate è obbligatorio effettuare la revisione per la prima volta dopo 4 anni dalla prima immatricolazione. In questo caso la scadenza della revisione auto è entro il mese dell’immatricolazione. Successivamente, ogni due anni la revisione auto ha scadenza entro il mese della revisione precedente. Le stesse regole valgono per motocicli e ciclomotori. Invece per gli autoveicoli oltre 3,5 tonnellate e quelli adibiti a trasporto di persone oltre nove posti, la scadenza della revisione auto successiva alla prima è ogni anno. Detta in modo ancora diverso: si deve eseguire la revisione auto prima della scadenza. Non è come il pagamento del bollo, che va fatto il mese dopo.

    REVISIONE AUTO, SCADENZA E MULTE

    Scadenza revisione auto

    Si può circolare dopo la scadenza della revisione auto? No. Chiaro e tondo. Non esiste tolleranza dopo la scadenza della revisione auto. E’ ammessa esclusivamente la circolazione per recarsi all’officina dove è stato fissato l’appuntamento per la revisione. Nel caso in cui le forze dell’ordine ci fermino per controllare la scadenza della revisione auto, dovremo mostrare loro il foglio rilasciato dall’officina che riporta la data dell’appuntamento. Non è invece obbligatorio effettuare la revisione se l’auto non circola, ma è ad esempio sempre tenuta in un box o in qualsiasi altro luogo chiuso al traffico. Se invece è parcheggiata in strada, la revisione va fatta.

    Le multe per queste violazioni sono pesantissime. Se ci fermano per un controllo sulla scadenza della revisione auto e non siamo in regola, la sanzione va da 169 a 680 euro. Viene inoltre sospesa la carta di circolazione. Se la revisione è stata saltata più di una volta, la multa raddoppia.

    Il caso peggiore è quello in cui si circola anche se la revisione ha ottenuto esito negativo. Qui la multa va da 1.959 a 7.837 euro e il veicolo viene sottoposto a fermo amministrativo per 90 giorni. Chi circola durante il periodo di fermo rischia la confisca amministrativa del veicolo. Ve lo tolgono e non ve lo danno più.

    Questa è una misura giusta. Se il veicolo non supera la revisione, significa che è pericoloso circolare. Inoltre, in caso d’incidente con colpa, la compagnia assicurativa coprirà i danni ma potrà rivalersi sull’assicurato. Significa che gli chiederà di rimborsare tutto. E lo farà sicuramente.