Roadrazer Atmospheric: estrema quanto un’auto da F1 ma dal peso piuma

Roadrazer Atmospheric: estrema quanto un’auto da F1 ma dal peso piuma

Roadrazer Atmospheric: estrema quanto un'auto da F1 ma dal peso piuma

da in Auto 2008, Auto sportive, Tuning
Ultimo aggiornamento:

    L’idea che un’auto del genere sia omologata per l’utilizzo stradale fa letteralmente venire i brividi, sia di fronte al fatto di sapere conoscere le prestazioni che riesce a raggiungere, sia per via del fatto che parliamo di un’auto estrema quanto si vuole ma dal peso da guinnes dei primati, tanto è “piuma” e dal fatto di sapere che si avvale di un motore di cilindrata molto modesta; parliamo della danese Roadrazer Atmospheric.

    La Roadrazer Atmosperic, cominciamo col dire che pesa appena… 300 chilogrammi, realizzata con un complicato sistema di intreccio di materiali che comprendono fibre di carbonio e alluminio disposte a struttura alveolare. La motorizzazione è costituita da un propulsore di appena 1.300 cc. di cilindrata a 4 cilindri, lo stesso utilizzato dalle moto, di derivazione Suzuki in grado di erogare ben 180 cavalli di potenza con cambio sequenziale a 6 marce e comandi al volante, trazione posteriore e differenziale autobloccante con prestazioni da brivido, soprattutto se rapportato al fatto che si parla di un motore di così modeste proporzioni, eppure, la Roadrazer Atmospheric accelera, da 0 a 100 orari in solissimi 3 secondi, una sorta di record a quattro ruote per auto del genere e non solo di queste.

    Interessanti anche le altre caratteristiche meccaniche della speciale vettura, si pensi al tipo di sospensioni montate in auto che ne consentono la regolazione, in fatto di estensione, altezza e compressione direttamente dall’interno dell’abitacolo e che conferiscono un’eccezionale tenuta di strada, in questo agevolate dal fatto di contare su robusti cerchi in lega leggera da 17 pollici di diametro che montano pneumatici Yokohama Advan AO48 215/50/17 e che non nascondono di certo un impianto frenante quanto mai estremo, con dischi anteriori da 320 mm.

    di diametro all’anteriore e 282 mm al posteriore a 6 e 2 pistoncini.

    La stravagante vettura, che dispone di una complicata regolazione dell’assetto di guida del conducente, agendo sul sedile e sul piantone dello sterzo, per il resto è quanto mai spartana e arredata, quasi, come un’auto da competizione e dunque, monoposto, ma non del tutto, perché è addirittura possibile far salire a bordo un passeggero, facendolo viaggiare in maniera disumana subito dietro il conducente. Sconosciuti i prezzi di vendita.

    379

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Auto 2008Auto sportiveTuning
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI