Rolls Royce Phantom Drophead coupé Waterspeed: lusso estremo a Villa d’Este

Rolls Royce Phantom Drophead coupé Waterspeed: lusso estremo a Villa d’Este

Al Concorso di Villa d'Este 2014, Rolls Royce presenta la Phantom Drophead coupé Waterspeed: dettagli unici per la cabriolet che rende omaggio al record di velocità su acqua del 1937

da in Auto 2014, Auto di lusso, Cabrio e spider, Rolls Royce, Rolls Royce Phantom
Ultimo aggiornamento:

    Certi oggetti puoi chiamarli auto solo perché poggiano su quattro ruote. La Rolls Royce Phantom Drophead coupé Waterspeed - da pronunciare tutto d’un fiato – è l’esaltazione massima del lusso, ostentazione senza pari di una cura per i dettagli maniacale. Propone un lavoro realmente sartoriale, curato artigianalmente, dove le prestazioni, il motore, l’assetto, sono fastidiosi “optional” necessari per accompagnare linee classiche che più non si potrebbe e materiali pregiatissimi, degni di stare in un palazzo reale. Forse è per questo che non scatena emozioni la Phantom Drophead Waterspeed, non si rivolge al fanatico appassionato di auto, quanto piuttosto a un pubblico di ricchissimi clienti che vogliono il top in termini di immagine e qualità.

    E’ stata presentata in anteprima al Concorso di Villa d’Este 2014, dopo che un selezionato numero di giornalisti e ospiti l’aveva scoperta in Gran Bretagna pochi giorni prima. Perché è speciale la Drophead Waterspeed? C’è un legame particolare con il lago Maggiore, che risale al record di velocità su acqua ottenuto dall’imbarcazione Bluebird K3, motorizzata Rolls Royce: 126,33 miglia orarie, 202.128 km/h, il primo settembre del 1937. A distanza di 77 anni torna su quelle rive per rendere omaggio al record, e lo fa con le linee classiche da cabriolet imponente, caratterizzata dalla vernice Maggiore Blue, posata su nove strati e sabbiata a mano. Per la prima volta, la stessa tinta è stata adottata sul motore (un V12 da 6.7 litri) e la parte interna delle razze dei cerchi in lega – da 21 pollici – specchiati.

    Che sia prodotto dedicato a una ridottissima nicchia di privilegiati lo raccontano i dettagli d’altri tempi, come le portiere ad apertura controvento, oppure gli inserti in acciaio spazzolato lavorati a mano.

    L’interno propone l’accostamento cromatico della pelle in tinta Maggiore Blue con il classico nero, a rompere l’egemonia delle superfici fredde in acciaio, che si sostituiscono al teak.
    Chiedere quanto costi questa Rolls, oppure quanto faccia di velocità massima, così come quale sia il suo peso, sono tutti particolari irrilevanti per l’acquirente-tipo di una rarità su quattro ruote, rigorosamente da sfoggiare negli angoli del globo dove l’ostentazione ai massimi livelli è la regola.

    Fabiano Polimeni

    Scheda tecnica
    Lunghezza: 5 metri e 61 centimetri
    Larghezza: 1 metro e 98 centimetri
    Altezza: 1 metro e 56 centimetri
    Peso: 2.705 kg a secco

    Motore V12 6.7 litri
    Potenza: 460 cavalli
    Coppia: 720 Nm

    Prestazioni: 240 km/h; 0-100 km/h in 5″8

    407

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Auto 2014Auto di lussoCabrio e spiderRolls RoyceRolls Royce Phantom
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI