Rottamazione auto: non facciamo una “carneficina”!

nella fretta di avere subito un prodotto moderno e aggiornato e pure meno inquinante ci priviamo di vetture che dovrebbero rappresentare la memoria storica di un cammino dell’umanità e non solo,

da , il

    Rottamazione auto: non facciamo una “carneficina”!

    Tempo di ecoincentivi, periodo di rottamazione dell?auto per beneficiare degli sconti governativi per l?acquisto di auto meno inquinanti.

    Certo, una mano all?ambiente, prima o poi, dovevamo darla, non era più possibile immaginare le nostre città avvolte in una cappa di smog, in parte causato anche dalle auto, ma a tutto c?è un limite, nel senso, si può rottamare un?auto ancora in buono stato per ottenere gli incentivi anche se questa fa parte di un catalogo di modelli unici o quasi rappresentando un vero e proprio tassello di un mosaico che ha partecipato alla storia dell?auto?

    Insomma, nella fretta di avere subito un prodotto moderno e aggiornato e pure meno inquinante ci priviamo di vetture che dovrebbero rappresentare la memoria storica di un cammino dell?umanità e non solo, la fretta di avere un?auto nuova ci fa dimenticare che anche da un punto di vista economico, rottamare certe vetture importanti è sicuramente controproducente.

    Lo dimostra l?esempio di chi ha rottamato niente meno che una Jaguar XJ-S in ottimo stato per acquistare una Hyundai i10; eccellente auto sicuramente, ma il confronto è impossibile.

    C?è chi l?ha fatto con uno dei primi esemplari della Mini Cooper anni sessanta e la stessa Inghilterra sta divenendo sempre di più teatro di questa vera e propria ? carneficina ? a quattro ruote. C?è chi ha fatto fuori una stupenda Fiat X1/9 a due posti per comprare una city car scontata degli incentivi per 2.274 euro, mentre la vettura avrebbe avuto nel mercato dei collezionisti una quotazione di oltre 6.000 euro.

    L?elenco e lungo e, a quanto pare, non risparmia nessun?auto, se qualcuno potesse avvisare questa gente dell?obbrobrio che stanno compiendo?.