NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Saab 9-7X ai nastri di partenza, ad attenderla tante concorenti

Saab 9-7X ai nastri di partenza, ad attenderla tante concorenti
da in Saab
Ultimo aggiornamento:

    La Saab vuol fare le cose in grande con la sua ultima 9-7X, sbarcando sia nel Continente europeo che in quello americano. In questa sede, sicura di rappresentare con questo avanzato SUV il meglio della tecnologia applicata ad un auto, per via di alcune note di rilievo che faranno la differenza, farà toccare con mano al pubblico di questi due continenti le doti di questo tutto integrale nato per sbalordire.

    Intanto sta meravigliando stampa e pubblico accorso al Motor Show Bologna. Certo la 9-7X ha tutte le carte in regola per farsi valere, ma dietro l’ angolo troverà concorrenti agguerrite del calibro di Volvo XC90 e Jeep Grand Chreroke con le quali dovrà presto fare i conti.

    Iniziamo col dire che la 9-7X nasce dall’ esperienza messa a frutto dalla 9-3 Sport Hatch e della Nuova 9-5 della stessa Casa, riprendendo le linee sportiveggianti che già riscontriamo nei SUV attuali. L’ auto monta un motore 6 cilindri da 4.2 litri da 290 Cv. e, per i più esigenti, è pronta una versione otto cilindri di 5.3 litri.

    Anche gli interni sottolineano il gusto sportiveggiante di quest’ auto, dai comandi alla strumentazione, con finiture e dotazioni di sicurezza di assoluto prestigio e qualità, a cominciare dai sedili in pelle regolabili elettricamente con diversi registri di memoria.

    Il tutto viene arricchito da navigatore satellitare e impianto radio CD e DVD e, chicca aggiuntiva, le prese per le cuffie degli occupanti posteriori.

    Ottime le doti di abitabilità, non dimentichiamo che la 9-7X ha dimensioni di tutto rispetto e sfruttamento degli spazi interni efficacissimo per rendere la vita comoda a chi ci viaggia.
    Ottima la tenuta in ogni condizione, aiutata in questo, dall’ equipaggiamento di serie delle ruote in lega di 18 pollici e standard di sicurezza garantiti anche dall’ impianto frenante servito da quattro freni a disco autoventilati e ABS in ogni ruota. Per quanto riguarda le prestazioni, strano, ma vero, Saab non ha pensato ad un motore turbodiesel, ha previsto però ogni soluzione valida nei due benzina di ultimissima generazione che si avvalgono entrambe di un cambio automatico a quattro rapporti. Buone le doti di accelerazione, da 0 a 100 km sono sufficienti 8,9 secondi per il più piccolo propulsore che raggiunge una velocità massima di 191 Km/h .

    Interessanti i prezzi compresi fra i 35.000 e i 43.000 euro.

    416

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Saab
    PIÙ POPOLARI