Saab Support Convoy: protesta corale

Saab Support Convoy: protesta corale

Saab Support Convoy è l'evento organizzato dai fan di Saab per protestare contro la sua messa in liquidazione

da in Mercato Auto, Mondo auto, Saab
Ultimo aggiornamento:

    Saab Support Convoy

    Questione svedese: non si arrendono all’evidente destino gli appassionati e i lavoratori, che hanno protestato per la chiusura di Saab davanti a un’impassibile General Motors. Domenica si è svolto il raduno mondiale dedicato al marchio in bilico tra la vita e la morte “Saab Support Convoy – Save Saab”. Hanno partecipato all’iniziativa rappresentati di oltre 30 paesi di tutto il mondo, per un folto numero di “militanti”. In Italia il gruppo dei fan si è dato appuntamento all’Autodromo di Franciacorta.

    L’evento è stato organizzato da ad organizzare SaabWay Club Italia.

    Il colosso americano proprietario del marchio, dal canto suo, ha fatto sapere al mondo intero di non aver chiuso la partita e di stare continuando a gestire le trattative con i potenziali acquirenti. Ma le informazioni circa i modelli venduti alla Cina – Saab 9-3 e Saab 9-5 – paiono essere contrastanti.

    Da una fonte arriva la notizia dell’imminente trasferimento degli impianti produttivi in Cina, dove le vetture saranno presto prodotte “sotto falso nome”.

    Al contrario Nick Reilly, amministratore delegato di General Motors Europa, ha precisato che in caso di liquidazione, le piattaforme delle Saab vendute al più grosso mercato orientale non saranno mai più sfruttate, né ora né mai. Quale che sia la verità gli interessi in gioco sono piuttosto elevati. Agli appassionati e ai lavoratori tutto ciò non interessa, ma difficilmente General Motors ascolterà la protesta elevata da Saab Support Convoy.

    284

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Mercato AutoMondo autoSaab
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI