Saipa Miniator: un’auto che viene da lontano

Saipa Miniator, un nome sconosciuto ai più, ma parliamo di un'auto che in Iran gode di un certo successo, perchè, oltretutto, costa poco anche se, per noi occidentali immaginare di viaggiare su una Miniator ci sembrerebbe davvero avvilente

da , il

    Saipa Miniator

    Il design non è proprio quello di una berlina in grado di far girare la gente impressionata da tanta bellezza, tutt?altro?.

    Stiamo parlando di un marchio iraniano che a noi non dice nulla, basti vedere quanto lontano da noi è il nome di questa Casa automobilistica, Saipa e ancora più remoto il nome dell?auto, Miniator. Eppure non si puo? dire che in quest?auto manchi la tecnologia, magari non all?ultimo grido, visto che ci riferiamo alla Mazda 121 anche se riferita all?auto precedente alla Miniator.

    L?auto in questione invece si dota di un motore di 1.500 cc. di cilindrata in grado di erogare 80 cavalli di potenza con consumi neanche elevati, 14 chilometri con un litro di benzina, certo se poi andiamo a guardarla dal punto di vista dell?inquinamento ci accorgiamo di quanto distante da noi sia quest?auto che in fatto di emissioni non è certo la prima della classe.

    Di buono c?è che quest?auto potrebbe essere ascritta al segmento delle auto low cost, visto il prezzo, 7.500 euro e, dunque, potrebbe essere papabile anche per le esportazioni anche se le condizioni generali di quest?auto non sono proprio ideali per questo scopo. C?è da dire che nelle ?vene? della Saipa scorre sangue soprattutto francese, visto che la Casa iraniana ha ricevuto l?autorizzazione per produrre auto Citroen come la vecchia C5 e l?antica Xantia. Insomma, un modo come un altro per beneficiare di auto non più del tutto ?fresche? ma, se vogliamo, ancora valide.