Salone di Parigi 2016

Salone di Barcellona: un utile ripasso

Salone di Barcellona: un utile ripasso

Andate al Salone di Barcellona, sarà un utile ripasso

da in Peugeot, Peugeot-207-Station-Wagon, Salone di Barcellona, Seat, Seat Altea
Ultimo aggiornamento:

    Si respira aria di festa a Barcellona all’apertura dei battenti del Salone della città iberica e questo, nonostante il fatto la Spagna non detenga più una propria azienda automobilistica, avendo ceduto la “sua” Seat al Gruppo Volkswagen; ma l’interesse dimostrato dagli spagnoli e da quasi tutte le altre nazioni dell’UE verso questi modelli, giustifica l’alto gradimento che gli operatori di tutto il Vecchio Continente stanno riservando alla vetrina di Barcellona che vuol imprimere la propria personalità e si espande nonostante l’altro più famoso di Madrid, ma Barcellona, dal 7 giugno, fino al 17, con l’edizione 2007, festeggia i suoi “primi” 34 anni di vita e a Montjuic, dove si svolge, v’è un’area espositiva di 250 mila metri quadri in grado di dare ospitalità a 89 espositori che dovrebbero poter contare su oltre un milione e duecentomila visitatori.

    Ma a Barcellona non son tutte rose e fiori, risentendo quanto mai della situazione economica della Spagna interessata, in questo periodo, da una sorta di stretta creditizia più dovuta all’aumento dei tassi di interesse che ad una propensione negativa delle banche e finanziarie ad esse collegate nel non voler concedere credito; risultato, stante l’evidenza che l’auto si acquista per lo più a rate, come avviene per ogni bene durevole di un certo costo, laddove si verificano situazioni finanziarie più complicate, anche il settore auto rallenta, come avvenuto in Spagna, dove di anno in anno si assiste ad una minor domanda quantificata nell’ordine di circa un punto, un punto e mezzo percentuale in meno rispetto all’anno precedente, come avvenuto anche per il 2006.

    Al Salone di Barcellona non assisteremo ad importanti debutti, ciò che si è visto negli altri importanti Saloni europei, rivedremo qui e, dunque, niente novità di grido, ma un utile “ripasso” per rivedere la Seat Altea Freetrack e la Peugeot 207 Station Wagon, la prima derivata dall’Altea XL con motori di 2,0 litri TFSI, in grado di sviluppare 200 cavalli di potenza e prestazioni degni di nota, visto che la vettura raggiunge i 215 orari di velocità massima con accelerazioni dell’ordine dei 7 secondi e mezzo e consumi sotto i 10 litri per 100 chilometri; a questo propulsore si associa anche un moderno diesel TDI in grado di sviluppare 170 cavalli di potenza con accelerazioni sotto i 9 secondi, con una velocità massima di circa 210 Km/h e consumi dell’ordine dei 6 litri e mezzo ogni 100 chilometri. Insomma un crossover, quello di Seat, destinato a lasciare il segno, più che al Salone, nel mercato che dovrebbe sceglierlo per via di questa elevata versatilità che lo contraddistingue.

    Per quanto invece riguarda la Peugeot 207 Station Wagon, parliamo di una gradevolissima vettura spaziosa e con un ottimo piano di carico e degli interni piacevolmente arredati e luminosi anche grazie al grande tetto panoramico. La vettura si presenta con tre motori a benzina di cui due di 1.400 cc.

    e uno di 1.600 cc., cui si associano due turbodiesel di 1.600 HDI da 90 e 110 cavalli di potenza e costerà dai 15 ai 21 mila euro.

    Dunque, come detto a Barcellona non vi sarà nulla che non si sia già visto in giro per Saloni, eppure, uno stand colpirà i presenti, una grande area espositiva che festeggiare i 50 anni della 600 concessa a Seat su licenza Fiat, in grado di evocare ricordi lontani negli spagnoli come negli italiani, visto che la Seat 600 era praticamente identica a quella commercializzata col marchio Fiat.

    608

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN PeugeotPeugeot-207-Station-WagonSalone di BarcellonaSeatSeat Altea Ultimo aggiornamento: Domenica 05/07/2015 10:19

    Salone di Parigi 2016

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI