Salone di Parigi 2016

Salone di Detroit 2008: aperti i battenti dell’importante rassegna motoristica americana

Salone di Detroit 2008: aperti i battenti dell’importante rassegna motoristica americana
da in Bmw Serie 1, Maserati Quattroporte, Mazda Furai, Mercedes GLK, Salone di Detroit 2016
Ultimo aggiornamento:

    Almeno venti le novità mondiali del Salone di Detroit 2008

    Sono sempre di più i Saloni dell’Auto al punto che spesso rischiano di sovrapporsi l’uno con l’altro, l’esempio ce lo da il Salone di Detroit che, addirittura, rischiava di collidere con quello di New Delhi che se non fosse stato per la Tata Nano passava inosservato. Ciononostante, a seguito del Salone indiano, la kermesse americana ha subito lo slittamento di qualche giorno.

    Però, nonostante questa sorta di inflazione di vetrine, tutte vengono puntualmente e sempre più numerosamente visitati da migliaia di visitatori accorsi da tutto il mondo, così Detroit quest’anno vede venti prime assolute mondiali col risultato che la maggior parte delle vetture che incroceremo anche sulle nostre strade, sicuramente, sarà transitato dal Salone di Detroit.

    C’è chi sottolinea tuttavia una grande contraddizione che si verificherebbe proprio nel Salone nordamericano, ovvero, da una parte l’insegna su cui si fonda quest’anno la rassegna motoristica, l’attenzione all’ambiente e, dunque, la costruzione di veicoli sempre meno inquinanti, dall’altra l’esposizione di Suv sempre più dotati, motoristicamente parlando e, dunque, sempre più inquinanti. Forse stavolta sarebbe il caso di restare a metà fra le due posizioni, perché non si può non riconoscere all’industria automobilistica uno sforzo anche nella costruzione di suv meno inquinanti di un tempo e che la stessa tecnologia volta ad abbattere gli inquinanti è una “scienza” giovane e non si capisce perché, quando parliamo di auto contraddistinti da motori potenti e poco gentili con l’ambiente, pensiamo solo ai Suv e che dire delle supercar.

    Perché a Detroit, Italia in testa, faranno bella mostra di sé Ferrari e Maserati, quest’ultima in versione Quattroporte Edizione Cento, perché prodotta a tiratura limitata in soli 100 esemplari e non ci sembra che tali motori potentissimi, con tutti gli sforzi dell’industria automobilistica, siano un esempio di vetture per nulla inquinanti. Eppure, sotto mira sono sempre i Suv.

    Ma, polemiche a parte, oltreoceano troveremo a far bella mostra di sé un altro “mostro” a quattro ruote, la BMW Serie 1 Cabrio, in anteprima assoluta, cui farà il paio, in fatto di presentazione, la bellissima X6 che abbiamo visto al Motor Show 2007. Supercar, sportive, roadster cui si insinua con tutta la sua grinta la Corvette ZR1 e il suo propulsore V8 LS 9, tanto grande che per farlo entrare sotto al cofano si è dovuto rialzarlo.

    E tornando ai Suv, “esasperati” un occhio deciso va in direzione dell’Hummer che presenta la HX, frutto della collaborazione di tre designers in erba e che offre soluzioni, alcune avveniristiche, di sicuro interesse, più in là di qualche stand, ecco la Mazda Furai che ci riproietta nelle supercar, anche se questa vettura non sbarcherà mai nelle nostre strade è sicuramente da ammirare ad occhi sgranati. Parlando di Italia il pensiero va ai vicini tedeschi che con Mercedes non riescono ad andare oltre la loro unica novità portata in anteprima a Detroit, il loro Suv di punta, GLK, finito al centro delle polemiche perché giudicato dal design privo di personalità e, persino grossolano, sarà, ma sulla validità di questo Suv c’è poco da dire, ci basti sapere che deriva dalla Classe C e questa è una grande garanzia ed, infine, restando in Germania, a far compagnia alla GLK ci pensa la SLK che appartiene a tutt’altra categoria e che gode di un riuscito restyling, anche se sotto la pelle, nulla di nuovo in quest’auto pulsa.

    717

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Bmw Serie 1Maserati QuattroporteMazda FuraiMercedes GLKSalone di Detroit 2016 Ultimo aggiornamento: Domenica 05/07/2015 10:19

    Salone di Parigi 2016

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI