Salone di Detroit 2010: stand Bentley

Allo stand Bentley va di scena il lusso

da , il

    Salone di Detroit 2010: stand Bentley

    Salone di Detroit 2010: stand Bentley è sinonimo di lusso, ma anche di progresso. Ormai anche le case più superbe sono scese tra noi comuni mortali. E se Bentley non lo dà a vedere a Detroit, noi sappiamo che la casa di Crewe ha in cantiere la sua prima coupé – nota come New Compact Bentley – per risollevarsi dalla crisi. Tuttavia, il lusso è sempre il leit motive che ne guida l’operato e anche il Salone di Detroit ospita una sua declinazione, sebbene in chiave più moderna.

    Presso lo stand Bentley troviamo due novità: la Bentley Continental Serie 51 e la Bentley Mulsanne, per la prima volta di fronte al pubblico a stelle e strisce. Il mercato auto USA, sebbene sorpassato clamorosamente da quello cinese, resta uno dei fulcri della domanda rivolta alla B alata.

    Andiamo con ordine. Serie 51 è il nuovo allestimento introdotto nella gamma della Continental (GT, GT Speed, GTC e GTC Speed). E’ dedicato a John Blatchley, colui che fondò, appunto nel 1951, il primo centro stile della casa. Il prezzo per il mercato americano è di 192.750 dollari, con la possibilità di scegliere una tinta personalizzata per la carrozzeria.

    Al Salone di Detroit 2010 – stand Bentley, troviamo anche la nuova Bentley Mulsanne, berlina affascinante e moderna, venduta in Italia a partire dalla prossima estate. Ne abbiamo parlato abbondantemente, ma vale la pena ricordare alcuni “dettagli” della new entry di Crewe, come il V8 biturbo che la anima, mostro da 6,7 litri capace di 512 cavalli di potenza.