Salone di Parigi 2016

Tutte le novita' presentate ed esposte al Salone di Parigi 2016. News, anticipazioni, anteprime, foto e video delle nuove auto esposte alle kermesse francese.

Salone di Detroit 2016, le auto americane più interessanti

Salone di Detroit 2016, le auto americane più interessanti

    Modelli pensati per un mondo a sé, quello USA, eppure al Salone di Detroit 2016 si sono apprezzate interessanti auto americane. Diversi i gusti dell’automobilista a stelle e strisce da quello europeo, ma alcune proposte si segnalano per uno stile affascinante e sportivo, altre perché introducono una novità assoluta per un determinato marchio, altre ancora per essere variazioni sul tema di un’iconica auto yankee. Vediamo quali sono le cinque auto da ricordare viste al NAIAS di Detroit.

    Chrysler dice addio al Grand Voyager per introdurre Pacifica. Il grande monovolume del gruppo FCA si segnala per forme tondeggianti e la garanzia di spazio a bordo che è prerogativa dei monovolume. C’è, però, un altro elemento che rende il modello presentato a Detroit degno di entrare nella classifica dei più interessanti suggeriti dai costruttori statunitensi: l’architettura ibrida plug-in. Per la prima volta arriva nel gruppo FCA, passando da Chrysler. Accanto alla motorizzazione V6 3.6 litri da ben 291 cavalli si posizionerà quella ibrida, con il medesimo motore termico, ma una potenza contenuta a 248 cavalli e accoppiato a un motore elettrico. L’autonomia di marcia assicurata dalle batterie è di 45 chilometri. Il debutto sul mercato USA è atteso a metà 2016.

    | APPROFONDISCI |

    Un anno fa era apparsa sotto forma di concept, oggi Chevrolet Bolt EV è pronta ad affrontare il mercato. Prodotto elettrico puro, dalle forme simpatiche e vicine a quelle di un monovolume compatto un po’ rialzato da terra, ha una scheda tecnica che recita: 200 cavalli erogati dal motore elettrico, alimentato da un pacco batterie molto capiente, ben 60 kWh, se si confronta con la diretta concorrenza, ferma a circa 30 kWh. La potenza importante, tuttavia, “limita” la percorrenza a 320 km di autonomia. Immaginiamo potrebbe essere superiore, barattando un po’ di cavalli per qualche chilometro extra. Attraverso un dispositivo di ricarica rapida, poi, è possibile ricaricare in 30 minuti le batterie per ritrovarsi con energia sufficiente a percorrere 150 km.

    | APPROFONDISCI |

    Henrik Fisker si è ripresentato nelle vesti di socio e capo designer di VLF Automotive a Detroit. E ha detto addio alle mire sull’ibrido, per puntare su una reinterpretazione della Dodge Viper. VLF Force 1 V10 è una sportivissima supercar che nasce sul progetto Viper, intervenendo per modificare parecchi componenti, a cominciare dal motore, sempre 8.4 litri di cubatura, sempre V10, ma con 100 cavalli in più: 745 per l’esattezza. Lo stile è originale e ardito, specialmente sul muso. Prestazioni estreme, sintetizzate in 350 km/h di velocità massima e uno zero-cento da 3 secondi. Sarà realizzata in 50 esemplari nel 2016, a una cifra di oltre 250 mila euro.

    | APPROFONDISCI |

    Se, finora, abbiamo passato in rassegna modelli tutto sommato potenzialmente apprezzabili anche in Europa, con il Ford F-150 Raptor e la sua versione SuperCrew, si entra nel mondo dei pick-up, genere tutto americano. E SuperCrew non si limita a suggerire un modello dalle grandi capacità di carico e a proprio agio su qualsiasi terreno, va oltre, sfoggiando un motore EcoBoost V6 da 3.5 litri, cubatura e cavalli da auto sportiva, visti i 411 erogati e gestiti attraverso un cambio automatico 10 marce. Innovativo anche il selettore Terrain Management, con sei impostazioni ritagliate per muoversi in off-road a seconda della diversità del fondo.

    | APPROFONDISCI |

    Buick Avista concept

    Merita la palma di auto americana più bella, elegante ed equilibrata. Buick Avista è show car che anticipa diversi contenuti e stilemi del marchio in ottica 2017, ma attenzione, perché le proporzioni della coupé 2+2 potrebbero essere quelle destinate a essere utilizzate da Opel per la sua GT Concept, attesa al Salone di Ginevra. Ha un design mozzafiato, Avista. Sotto il cofano c’è un motore V6 3 litri, bi-turbo, in grado di assicurare 400 cavalli, completato da una trasmissione automatica 8 marce e la tecnologia Cylinder Deactivation, per dimezzare il numero di cilindri ai carichi parziali e migliorare i consumi.

    786