Salone di Parigi 2016

Tutte le novita' presentate ed esposte al Salone di Parigi 2016. News, anticipazioni, anteprime, foto e video delle nuove auto esposte alle kermesse francese.

Salone di Detroit 2016, tutte le auto esposte al NAIAS

Salone di Detroit 2016, tutte le auto esposte al NAIAS
da in Anteprima auto, Anticipazioni Auto, Salone auto, Salone di Detroit 2016
Ultimo aggiornamento: Martedì 12/01/2016 11:17

    Naias Detroit 2016

    Segna come ogni anno il punto di partenza per la lunga stagione dei saloni dell’auto, Detroit. Il NAIAS 2016vedrà ben 55 nuove proposte in anteprima, gran parte delle quali novità mondiali, ma dovrà registrare anche l’assenza di quattro importanti marchi: Jaguar, Land Rover, Mini e Tesla, niente salone di Detroit per loro. L’elenco dei nuovi modelli andrà arricchendosi degli annunci sulle ultime proposte fino a ridosso dell’apertura del salone, prevista l’11 gennaio per la stampa, mentre al pubblico saranno aperti i cancelli dal 16 al 24 gennaio. Passiamo in rassegna le presenze certe, di modelli che rivestono un ruolo importante a livello globale o continentale.

    In ordine di importanza è senza dubbio Mercedes Classe E l’auto più attesa del salone di Detroit 2016. Lentamente è stata svelata nei dettagli tecnici, i sistemi di sicurezza avanzatissimi, lo stile degli interni a rievocare Classe S, Classe C e introdurre una propria personalità tutta nuova, come anche due display da 12.3 pollici ciascuno, “ponte di comando” dell’intero infotainment e non solo. Le linee della carrozzeria saranno morbide, eleganti e capaci al tempo stesso di suggerire sportività con il pack Amg Line e gli allestimenti più dinamici. Lancia la sfida a BMW Serie 5, che seguirà nel corso del 2016.

    | APPROFONDISCI |

    Con l’arrivo dei motori turbo per l’intera gamma Porsche 911, distinguere la vera Turbo, con la T maiuscola può risultare difficile. Un occhio alla scheda tecnica, con 20 cavalli in più che sulla precedente versione, ed ecco che il model year aggiornato 2016 è sempre inconfondibilmente riconoscibile. Parlare di 911 Turbo significa parlare del top di gamma, che guadagna – in versione coupé e cabrio, Turbo e Turbo S – le migliorìe all’infotainment, il selettore di guida sul volante, il nuovo posteriore con fari e griglia di raffreddamento del boxer 6 cilindri modificati.

    | APPROFONDISCI |

    Audi e tron Quattro

    Al Salone di Detroit 2016 dovremmo conoscere l’evoluzione del concept Audi e-tron Quattro. Dalla show car di Francoforte si andrà verso una variante probabilmente con alimentazione a fuel cell a idrogeno e costituirà la base, perlomeno stilistica, sulla quale si innesterà la futura Audi Q6, attesa nel 2018, quando la piattaforma MBE e l’evoluzione sul fronte dell’elettrico ci regaleranno un suv atteso con un’elevata autonomia di marcia, superiore anche a Tesla Model X.

    | APPROFONDISCI |

    Genesis G90

    E’ il primo prodotto del nuovo marchio di casa Hyundai, l’ammiraglia che gioca la partita sul lusso a bordo e il comfort. Genesis G90 è già stata lanciata in Corea del Sud, sebbene con altro nome, e a Detroit farà il debutto su un palcoscenico importante, presentandosi con le tre unità benzina, V6 e V8, aspirati e turbo, che, tuttavia, non vedremo mai in Italia. Le proporzioni sono ben equilibrate, un design sobrio con le giuste sottolineature: dovrà confrontarsi con i prodotti di lusso dei marchi generalisti, là dove si collocava Volkswagen Phaeton.

    | APPROFONDISCI |

    Già ampiamente annunciata nelle sue caratteristiche tecniche, BMW M2 farà tappa a Detroit e rappresenterà una delle due proposte ad altissime prestazioni del marchio, accanto alla gamma di BMW i. Spinta dal motore sei cilindri in linea, Twin Power Turbo, da 3 litri di cilindrata e 370 cavalli, eroga 465 Nm di coppia, con un picco in overboost di 500 Nm. Mutua diverse soluzioni tecniche dal propulsore di BMW M4, a ben vedere non troppo lontana in termini prestazionali. M2 stacca i 250 orari di velocità massima (270 con l’M Driver’s Package) e da zero a cento accelera in 4″3.

    | APPROFONDISCI |

    Fisker The Force 1

    Dopo Fisker Karma, esperimento di elettrica con range extender non troppo riuscito, tocca a Fisker The Force 1, al debutto a Detroit e anticipata da un bozzetto. Si attende una produzione limitata a pochi esemplari, circa 50, caratterizzati dalla carrozzeria in fibra di carbonio e da un motore V8, preso da un’unità che motorizza già un prodotto yankee. Nessun dettaglio sulla scheda tecnica, dobbiamo accontentarci di un disegno che traccia la silhouette della coupé, muscolosa e filante. Curiosità per scoprirne il design frontale, dopo che l’interpretazione della Karma non aveva convinto particolarmente.

    Il suv coupé di taglia media rappresenta l’alternativa più prestazionale all’interno della gamma X4. Il motore è lo stesso della M2 Coupé, ma sviluppa dieci cavalli in meno: 360 e 465 Nm di coppia, senza possibilità di overboost. I riferimenti prestazionali sono leggermente più lenti, visti i 4″9 necessari sullo zero-cento, a fronte di un’uguale velocità massima.

    | APPROFONDISCI |

    A suo modo, introduce un cambiamento importante, Mercedes SLC. Raccoglie il testimone dalla SLK, ne aggiorna lo stile, il frontale specialmente, introduce nuovi motori e migliora i sistemi di sicurezza attiva, con la frenata automatica. Attenzione in particolare al motore 6 cilindri V6 biturbo da 3 litri, lo stesso impiegato su Mercedes C 450 Amg Sport, forte di 367 cavalli e chiamato a rimpiazzare la SLK 350, che di cavalli ne aveva 60 in meno pur con un V6 da 3.5 litri. Si chiamerà SLC 43 AMG e andrà a prendere il posto anche della SLK 55 AMG.

    | APPROFONDISCI |

    Dopo una lunga attesa, fatta si “sbirciatine” ai modellini che anticipavano Volvo S90, la berlina si è presentata al mondo. Esordirà dal vivo al NAIAS, con quel gran design del frontale, imponente e bilanciato al tempo stesso. Pecca forse di scarsa originalità al posteriore, dove sarebbe servito qualche azzardo in più. Interessanti le motorizzazioni tutte 2 litri, benzina, diesel e ibrido plug-in, con la novità del diesel D5 con “riserva” d’aria aggiuntiva per attivare più in fretta il turbocompressore.

    | APPROFONDISCI |

    La cabrio della Classe S non è di per sé una novità, lo è l’adozione del motore V12 biturbo 6 litri, forte di 630 cavalli e della mostruosa coppia di 1000 Nm, da scaricare tutti con il solo ausilio delle ruote posteriori. Per la prima volta, sulla cabrio più importante per dimensioni e lusso della famiglia Mercedes, ecco il cuore oversize. Gli interni riflettono le consuete soluzioni all’avanguardia per il comfort di marcia, tra cui il climatizzatore completamente automatizzato e in grado di adeguare i flussi d’aria a seconda delle situazioni di marcia, con capote aperta o chiusa.

    | APPROFONDISCI |

    La nostra Mondeo, negli USA è Ford Fusion e si prepara a un leggero maquillage estetico. Il restyling arriva a distanza di 3 anni dal lancio, avvenuto con largo anticipo rispetto ai mercati europei. Dovrebbero cambiare alcuni dettagli sul muso, tra gruppi ottici e calandra, da quanto trapela con i muletti impiegati su strada. Si dovrà attendere Detroit per scoprire maggiori novità, incluse quelle su una variante ibrida plug-in migliorata nell’autonomia e nei consumi.

    Altro aggiornamento 2016, di un modello riservato al mercato nordamericano. Infiniti QX60 è crossover 7 posti da 5 metri di lunghezza, prodotti che negli USA vanno forte e accolti favorevolmente dal pubblico. Interessanti le modifiche, dalla calandra ai fari, dal cofano agli interventi per ottimizzare il comfort di marcia: affinamenti aerodinamici, insonorizzazione dell’abitacolo migliore, il tutto con i due motori benzina V6 3.5 litri e quattro cilindri 2.5 litri abbinato a un motore elettrico, invariati.

    | APPROFONDISCI |

    1706