Salone di Parigi 2016

Salone di Francoforte 2009: Trabant nT

Salone di Francoforte 2009: Trabant nT

A cercare di toglierle addosso il polverone degli anni che pesano sul ” groppone ” della vettura, ma al contempo cercare di scrollarsi quell’imbarazzante icona di auto brutta e inquinante di un tempo, Trabant approfitta della presenza del Salone di Francoforte 2009 per presentare la vetturetta in una versione del tutto inedita e sorprendente, la Trabant nT, ovvero in versione elettrica pura

da in Salone di Francoforte 2015, Utilitarie
Ultimo aggiornamento:

    Di strada ne ha fatta nella sua lunga vita la Trabant, anche se quasi tutta percorsa all’interno della Germania dell’Est, al punto che per farsi al meglio conoscere anche fuori dal proprio territorio di appartenenza, la Casa costruttrice ha deciso di presentarla in una nuova, si fa per dire, veste al Salone di Francoforte 2009.

    A cercare di toglierle addosso il polverone degli anni che pesano sul “ groppone “ della vettura, ma al contempo cercare di scrollarsi quell’imbarazzante icona di auto brutta e inquinante di un tempo, Trabant approfitta della presenza del Salone di Francoforte 2009 per presentare la vetturetta in una versione del tutto inedita e sorprendente, la Trabant nT, ovvero in versione elettrica pura.

    A partecipare al successo della vettura, nonostante tutto, potrebbe essere proprio la sua storia, fatta di mezzo secolo di vita e di oltre tre milioni di vetture Trabant prodotte nella Germania dell’Est e questo, nel bene o nel male, potrebbe partecipare a decretare una nuova popolarità alla vettura che continua ad essere essenziale nei suoi interni, dove il confort è affidato ad un abitacolo quanto mai povero e insignificante, per lo meno però stavolta ritroviamo il climatizzatore… ma anche questo potrebbe essere un vantaggio, sia pure paradossale, se volto a mantenere basso il prezzo e a rievocare un passato che non c’è più.

    Ma la vera differenza di quest’auto sarà tutta concentrata sotto al cofano, dove assistiamo alla presenza di un propulsore elettrico che concede alla vettura una velocità massima di 130 km/h e non solo, a partecipare all’utilizzo di energia, anche dell’abitacolo, partecipano anche appositi pannelli solari posti sul tetto.


    A costruire la Trabant, della quale si sconoscono sia i prezzi che le date del debutto, ha partecipato anche il costruttore IndiKar.

    332

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Salone di Francoforte 2015Utilitarie Ultimo aggiornamento: Domenica 05/07/2015 10:19

    Salone di Parigi 2016

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI