Salone di Francoforte 2015: le novità auto marchio per marchio dalla A alla L [FOTO]

Salone di Francoforte 2015: le novità auto marchio per marchio dalla A alla L [FOTO]
da in Anteprima auto, Anticipazioni Auto, Auto 2015, Auto 2016, Auto nuove, Concept Car, Salone auto, Salone di Francoforte 2015
Ultimo aggiornamento: Giovedì 27/08/2015 12:14

    Parliamo di novità auto marchio per marchio. Il salone di Francoforte 2015 è certamente una delle manifestazioni motoristiche più importanti al mondo. Dal 17 al 27 settembre migliaia di persone provenienti da quasi tutto il pianeta affolleranno i padiglioni dell’immenso centro fieristico del grande centro tedesco. Scorriamo un elenco delle principali novità, casa per casa, fra i modelli che occuperanno i capaci stand della Frankfurt Messe, basandoci sugli annunci fino a questo momento comunicati dai costruttori. L’elenco è in ordine alfabetico per marca, dalla A alla L.

    Ormai lo sanno anche i sassi. Tutto lo spazio sarà per lei, la Giulia. Si tratterà della prima uscita ufficiale dopo l’anteprima di giugno ad Arese. Sarà l’occasione per osservare bene da vicino e in dettaglio gli interni della Quadrifoglio, il bolide top di gamma spinto dal V6 3.0 biturbo da 510 cavalli. E finalmente, forse, potremo avere informazioni concrete sul resto della produzione di questa berlina, modello chiave per il futuro dell’intera marca.

    Occhi puntati per la prima volta su un palcoscenico mondiale sulla DB9 GT, svelata a giugno (il 24, lo stesso giorno della Giulia) e apparsa fugacemente finora solo al festival di Goodwood. Agli inglesi piace fare le cose in modo tradizionale, lo sappiamo. Quindi su questa gran turismo troviamo ancora un motore aspirato, una delizia per le orecchie degli appassionati. Si tratta di un possente V12 6.0 da 547 cavalli e 620 Newton metri di coppia massima, disponibile a 5.500 giri. Il regime di potenza massima si raggiunge a 6.750 giri.

    Chissà se la casa tedesca riproporrà anche quest’anno la suggestiva “città capovolta” piena di specchi e luci che arredò lo stand nell’edizione 2015. Per quanto riguarda i modelli, largo alla nuova generazione della berlina A4, accompagnata dalla A4 Avant, cioè la station wagon nel linguaggio di Ingolstadt. Svelata alla fine di giugno, Francoforte sarà il suo primo appuntamento col grande pubblico. I motori sono stati tutti rinnovati, ponendo grande attenzione al contenimento di consumi ed emissioni. Ma i boss del gruppo Volkswagen hanno saggiamente deciso che non era il caso di sacrificare le prestazioni, quindi le potenze sono generalmente aumentate. I quattro cilindri TFSI e TDI vanno da 150 a 190 cavalli. A questi si aggiungono i 6 cilindri TDI che arrivano a 272 cavalli. Estremamente importante anche l’adozione della nuova piattaforma modulare che ha consentito di ridurre i pesi e aumentare lo spazio utile. E’ stata rinnovata anche la supercar R8. La seconda generazione di questa parente stretta della Lamborghini Huracàn (con cui condivide la piattaforma) punta decisamente alla leggerezza. Il telaio è al 70% in alluminio e al 13% in fibra di carbonio e pesa complessivamente 200 Kg. Il motore V10 5.2 è proposto in due configurazioni di potenza, da 540 e 610 cavalli. Spazio anche per un concept, questa volta nella categoria Suv, sempre fondamentale dal punto di vista degli incassi. Ma in questo caso siamo ancora abbastanza avanti con i tempi. Infatti l’Audi e-tron quattro concept è un Suv sportivo elettrico. La casa afferma che le batterie sono in grado di fornire un’autonomia di 500 Km. E intende metterlo in produzione nel 2018. Il corpo vettura si pone tra il Q5 e il Q7, quindi una specie di Q6. Gran parte del merito per l’estesa autonomia deriva dall’efficiente aerodinamica: il coefficiente di penetrazione di 0.25 è al top per un Suv.

    Mancava il Suv in casa Bentley. Eccolo. Mesi di anticipazioni e di foto spia, ora siamo al momento della verità. A Francoforte la casa britannica appartenente alla galassia Volkswagen presenterà ufficialmente il Bentayga. Tra le motorizzazioni ci sarà anche una versione ibrida, alla quale si dovrebbero affiancare due propulsori tradizionali: un V8 4.0 biturbo e un W12 6.0.

    In ossequio alla febbre del Suv, buona parte dell’attenzione allo stand della casa bavarese sarà probabilmente per la seconda generazione del suo X1. Più grosso del predecessore e meglio adattato alla guida in fuoristrada, più spazioso all’interno e altamente tecnologico: queste le caratteristiche del Suv compatto tedesco. Ma non è da trascurare il restyling della Serie 3, cioè il modello storicamente più importante per le vendite del gruppo BMW. Anche qui abbiamo motori più efficienti (con l’esordio del piccolo 1.5 turbo a tre cilindri) e un aggiornamento generale delle dotazioni tecnologiche. Esordirà a Francoforte anche la nuova generazione dell’ammiraglia Serie 7. E’ più lunga di 14 cm, più leggera di 130 Kg e infinitamente tecnologica, oltre che lussuosa. Da ammirare inoltre la M6 GT3, vettura da competizione progettata per le gare endurance. E’ infine probabile che venga mostrato anche il concept M4 GTS, presentato il 13 agosto in California. Come due anni fa, i modelli elettrici del gruppo sfileranno in un piccolo circuito sopraelevato che fa da cornice allo stand. Per l’edizione 2015 la minipista è stata allungata a 400 metri.

    La marca francese di hypercar che orbita nella Volkswagen si trova in un momento di transizione. E’ stata infatti da poco prodotta la 450ma e ultima Veyron. In attesa di vedere l’erede Chiron, non ci resta che trascorrere il tempo con i videogiochi. Associato alla serie Vision Gran Turismo per Playstation ci sarà anche il relativo concept Bugatti, che verrà mostrato a Francoforte. Per ora ne vediamo solo una parte.

    Dopo il debutto europeo a Goodwood, non dovrebbe mancare a Francoforte la versione 2016 della Camaro. Arrivata alla sesta generazione, viene offerta con sei motori: in evidenza il 2.0 turbo, poi il nuovo V6 3.5 e il possente e tradizionale V8 6.2 da 455 cavalli e 617 Newton metri di coppia massima. Accanto alla trasmissione manuale a 6 rapporti troviamo l’automatica ad 8 marce.

    Ci si attendono versioni aggiornate di C4 e Berlingo Multispace, oltre ad una nuova versione della piccola C1, probabilmente basata sul concept C1 Urban Ride mostrato lo scorso anno a Parigi. Inoltre ci sarà l’esordio europeo del concept Aircross. E la C5 (sia berlina che Tourer) si doterà di versioni aggiornate Euro 6 del motore BlueHDi con potenze da 150 e 180 cavalli e start&stop di serie. Ma le voci che si rincorrono sono tutte per il nuovo concept, “qualcosa” che unirebbe la C4 Cactus e la Mehari dei tempi andati; dovrebbe inoltre avere una propulsione elettrica.

    La novità di Maranello riguarda la 488 Spider, versione scoperta della coupé che ha sostituito l’onorata 458. Stesso motore da prestazioni super, il V8 3.9 biturbo da 670 cavalli e 760 Newton metri. Il tetto ripiegabile ha tempi di rientro ed estrazione molto veloci: 14 secondi.

    Per il momento tutte le attenzioni del marchio torinese sono concentrate sul restyling della 500, presentato a luglio. I ritocchi sono minimi, si tratta prevalentemente di un aggiornamento di motori e dotazioni tecnologiche. Ora sono disponibili anche personalizzazioni firmate Mopar. Dovrebbe fare la sua apparizione anche la 500X Abarth. Non è nemmeno del tutto escluso che venga esposta la berlina Aegea, costruita in Turchia. Ma le bocche sono attualmente cucite.

    Molta dell’attenzione riservata allo stand Ford è concentrata verso l’esordio europeo del Suv di fascia alta Edge. Trazione integrale e due motori turbodiesel 2.0 da 180 e 210 cavalli, oltre a tanta coppia (400 e 450 Nm). Il modello di punta offrirà anche un cambio automatico a doppia frizione. Per gli amanti dei pick-up, ci sarà la prima del nuovo Ranger. Largo anche alla nuova versione del multispazio Galaxy, svelato ad aprile. Sarà poi l’occasione per noi europei di ammirare ancora la Ford GT, la cui versione da corsa segnerà nel 2016 il ritorno di Ford alla 24 ore di Le Mans, insieme al team di Chip Ganassi. Non mancherà nemmeno l’elegantissima Mondeo Vignale.

    La casa giapponese presenterà in anteprima mondiale il concept Project 2&4. Si tratta di un progetto a cui hanno lavorato contemporaneamente sia la divisione automobili che quella motociclette di Honda. I giapponesi promettono per questo veicolo “la libertà di una moto e la manovrabilità di un’auto”. Per quanto riguarda i modelli tradizionali, ci saranno le nuove versioni di HR-V e Jazz. Spazio poi al rinnovato Suv CR-V, dotato ora di un nuovo motore diesel e della trasmissione automatica a nove rapporti. Ritocchi estetici per Civic e Civic Tourer, in stile sportivo, oltre all’inserimento del sistema multimediale Honda Connect, basato sul sistema operativo mobile Android.

    Non è un esordio, ma il Suv Tucson la fa ancora da padrone in casa Hyundai. Chi l’avesse perso a Ginevra, potrà rivederlo in Germania. Ma lo stand coreano a Francoforte dedicherà molto spazio alla performance. Infatti verranno mostrati per la prima volta i prodotti che portano il marchio N. Si tratta di due concept di vetture ad alte prestazioni. La prima è legata al videogioco per la piattaforma Playstation Gran Turismo. Il suo nome è infatti Hyundai N Performance 2025 Vision Gran Turismo. L’altro prototipo si chiama RM15 concept, dotato di motore centrale 2.0 turbo da 300 cavalli. I visitatori avranno poi la possibilità di ammirare il prototipo da cui uscirà la i20 WRC che sfiderà la Volkswagen nel mondiale rally 2016.

    Tutta l’attenzione è verso il Suv compatto Q30, che verrà presentato a Francoforte in anteprima mondiale. Nasce dalla partnership tra i gruppi Renault-Nissan e Daimler. Il Q30 infatti è prodotto sulla piattaforma modulare MFA, la stessa della Mercedes Classe A. Due anni fa venne mostrato sempre qui il relativo concept, del quale riprende essenzialmente tutto. “Sviluppato per l’individualità urbana” – è la definizione di casa Infiniti per questo Suv di lusso.

    Largo all’attesa versione di produzione del Suv F-Pace, il quale verrà presentato a Francoforte in anteprima mondiale. Gli ingegneri britannici hanno puntato molto sulle doti di guida, concentrandosi sulla precisione e la facilità di controllo. Senza ovviamente dimenticare il comfort, perché porta sempre il marchio Jaguar. La struttura è prevalentemente in alluminio; il servosterzo è elettrico per una risposta rapida. L’aderenza in fuoristrada è ottimizzata dalla tecnologia Torque Vectoring, derivata dalla F-Type.

    Occhi puntati sulla nuova generazione della Sportage, ispirata dal concept KX3 e costruita sulla piattaforma del Tucson di Hyundai. Le novità estetiche più visibili vedono i gruppi ottici non più integrati con la griglia, ma sviluppati verso cofano e passaruote. La mascherina a naso di tigre è più bassa e allargata. La gamma dei motori include ora anche il motore a benzina turbo a tre cilindri. Quest’ultimo equipaggerà anche la rinnovata Cee’d. Spazio anche alla quarta generazione della Optima, che offrirà la trasmissione automatica a doppia frizione e i nuovi motori turbo benzina e diesel da 175 e 141 cavalli.

    Spazio per la nuova Aventador LP 750-4 Superveloce Roadster, presentata pochi giorni fa in California. E’ la prima scoperta a dotarsi del nome di Superveloce. Sarà prodotta in 500 unità. Rispetto alla Roadster “di serie”, è più leggera di 50 Kg e guadagna 50 cavalli. Con peso complessivo di 1.575 Kg e una potenza di 750 cavalli siamo a prestazioni stellari. Da vedere anche il concept in esemplare unico Hyperveloce, sempre su base Aventador. Sublime follia estrema.

    Il marchio di lusso del gruppo Toyota si presenta all’evento tedesco con la prima europea della quarta generazione della RX, il modello più venduto di questo brand con 2,2 milioni di unità. Importanti le modifiche stilistiche, sia dentro che fuori. Aggiornati i motori ibridi, ancora più complete le dotazioni tecnologiche. Per quanto riguarda invece la GS, il motore 2.0 turbo a benzina è abbinato ora ad un cambio automatico ad otto rapporti. Modifiche estetiche anche per la gamma CT e IS.

    Ha esordito a Goodwood, si chiama 3-Eleven ed è la Lotus stradale più veloce di sempre. Telaio costruito completamente in materiali compositi per rispettare la filosofia della marca, che ha sempre privilegiato la leggerezza (peso complessivo 900 Kg) per aumentare le prestazioni, piuttosto che la potenza pura. Che tuttavia non manca. Il motore è un V6 3.5 a compressore volumetrico, in grado di erogare 450 cavalli. Proposta in due versioni, Road e Race. La seconda ha un’aerodinamica più estrema, cambio sequenziale e sedile omologato Fia. Accelerazione 0-100 in 3 secondi.

    2331

    ARTICOLI CORRELATI