Motor Show Bologna 2016

Salone di Francoforte 2015: le novità auto marchio per marchio dalla M alla Z [FOTO]

Salone di Francoforte 2015: le novità auto marchio per marchio dalla M alla Z [FOTO]
da in Anteprima auto, Anticipazioni Auto, Auto 2015, Auto 2016, Auto nuove, Concept Car, Salone auto, Salone di Francoforte 2015
Ultimo aggiornamento: Lunedì 31/08/2015 15:51

    Non manca molto all’apertura del salone di Francoforte 2015. Quello che è forse il più importante motor show europeo mostrerà il meglio della produzione automobilistica mondiale dal 17 al 27 settembre. Le notizie sulle anteprime cominciano a concentrare il loro ritmo. Diamo quindi un’occhiata alle principali novità attualmente note, marca per marca. L’elenco è in ordine alfabetico per casa, dalla lettera M alla Z.

    Il tanto atteso Suv col marchio del tridente, cioè il Levante, teoricamente dovrebbe venire presentato al salone di Detroit 2016. Ma ultimamente si sono fatte insistenti le voci secondo cui invece potrebbe fare la sua apparizione ufficiale a Francoforte. Staremo a vedere.

    La casa giapponese dirige i riflettori principalmente sul concept Koeru, un crossover-Suv il cui nome significa “eccedere” o “andare oltre”. Il Koeru verrà presentato a Francoforte in anteprima mondiale. Per la sfida in un segmento di mercato redditizio ma estremamente competitivo la Mazda punterà sullo stile da loro definito Kodo, cioè l’anima del movimento. E sull’affidabile gamma di motori Skyactiv. Largo spazio anche all’inossidabile MX-5, la cui nuova serie arriverà nei concessionari proprio a settembre. La quarta generazione della leggendaria scoperta condivide la piattaforma con la prossima Fiat 124 Spider. Leggerezza e puro piacere di guida sono i suoi caratteri vincenti.

    Tradizionalmente la Mercedes riempie con tutta la propria gamma di prodotti l’immenso palazzo a tre piani che costituisce il suo stand a Francoforte, roba da far impallidire perfino la Volkswagen. Le novità sono sempre molte. Cominciamo dalla C63 AMG Coupé, la belva spinta da un V8 4.0 biturbo che scarica a terra 476 cavalli (e ben 510 nella versione S); ma il mostro targato AMG è solo il modello di punta dell’intera Classe C Coupé, anch’essa all’esordio: motori a quattro cilindri, tutti turbocompressi, quattro a benzina e due diesel. Molte funzioni avanzate, tra cui alcune che rientrano nella categoria della guida semi-autonoma. Esordio ufficiale anche per il Suv GLC, pronto per sfidare Q5 e X3. Nella categoria superlusso troviare la Classe S Cabriolet, una convertibile a quattro posti da oltre centomila euro. E’ un ritorno dopo 44 anni di un nome storico per la casa, che ricorda l’oggetto del desiderio degli anni ’60. Passando alla categoria dei multispazio, a Francoforte la Mercedes presenterà la Classe V AMG. Individualità lussuosa e brillante per il trasporto di passeggeri Vip.

    La Mini Clubman è al centro delle attenzioni della casa di proprietà del gruppo BMW. In anteprima mondiale lo show di Francoforte vedrà la nuova generazione di questo modello, in versioni di carrozzeria a sei porte e i fanali orizzontali. A giugno è stata presentata la nuova strategia che coinvolge l’intero marchio britannico. Nuovo logo, nuova filosofia commerciale, in cui si punterà su meno diversificazioni di modelli ma con la massima qualità possibile.

    A settembre comincerà la vendita della Nissan Micra N-Tec, la cui presentazione avverrà logicamente a Francoforte. Si tratta di una versione speciale della principale citycar a motore endotermico costruita dalla casa giapponese. Importa le innovazioni tecnologiche introdotte sui crossover del marchio; cioè il sistema NissanConnect di seconda generazione e aggiornamenti ai dispositivi di assistenza al parcheggio. Gli interni sono stati rinnovati e arricchiti. I motori Euro 6 sono il 1.2 a benzina da 80 e 98 cavalli; il primo è disponibile anche con doppia alimentazione benzina/Gpl. La Nissan presenterà anche la versione europea del pick-up Navara. Aggiornamenti anche per l’elettrica Leaf, ora disponibile con una batteria maggiormente capace, da 30 Kw.

    E’ la nuova Astra a tenere banco allo stand Opel di Francoforte. Consistenti cure aerodinamiche, nuova piattaforma che ha permesso importanti riduzioni di peso, sospensioni e trasmissione riprogettate. Poi i motori, tutti Euro 6, ottimizzati per consumare meno, e i nuovi turbo benzina 1.0 a tre cilindri e 1.4 a quattro cilindri da 104 e 143 cavalli. Spazio anche alle competizioni. In mostra l’Astra TCR, omologata per l’omonima categoria, una serie riservata ai modelli di segmento C intesa come addestramento al WTCC.

    Un’altra opera degli ingegneri di Peugeot Sport: la 308 Racing Cup. E’ la versione da corsa della 308 GTI. Il motore 1.6 THP è stato spinto fino a 308 cavalli (che combinazione), cioè 38 in più della versione stradale più potente. Farà quindi ottima mostra di sé a Francoforte. L’alettone è ispirato ai regolamenti WTCC. I freni hanno pinze a 6 pistoncini, il cambio è sequenziale a 6 rapporti con paddle al volante. Il peso della Peugeot 308 Racing Cup sarà contenuto tra 1.000 e 1.050 Kg. Il 24 e 25 ottobre scenderà in pista al Paul Ricard per una dimostrazione prima del GT Tour. La 308 Racing Cup sostituirà nelle competizioni la RCZ Racing Cup. Lo stand francese al salone tedesco ovviamente ospiterà anche la 308 GTI, fresca fresca da Goodwood, dove è apparsa per la prima volta. E probabilmente sarà possibile vedere anche la 308R Hybrid, quando il Ceo della casa Carlos Tavares avrà finito di portarla in giro per la Francia.

    In casa Porsche tiene banco il restyling della 911, generazione 991 aggiornamento 2. La novità più importante è l’adozione su tutta la gamma di motori turbo, a parte la GT3. Ma resterà la classica configurazione di 6 cilindri in schema boxer collocati posteriormente a sbalzo (cioè dietro l’assale). Le versioni Carrera e Carrera S dovrebbero adottare un propulsore di 3.0 litri da 370 e 420 cavalli. Curiosità per il concept PaJun, cioè Panamera Junior, equipaggiata con un motore totalmente elettrico.

    Grande attesa e curiosità per la Talisman, che segna il ritorno della casa francese alla berlina di segmento D. In questi giorni sono state diffuse anche le foto della versione Sporter, cioè la station wagon, questa maggiormente interessante per il mercato italiano. Il volume di carico è imponente, 1.700 litri a sedili abbattuti e una lunghezza di carico massima di 2.010 mm. Grande spazio anche per i passeggeri e notevole ricchezza di equipaggiamento. Motori a benzina da 150 e 200 cavalli, poi diesel da 110, 130 e 160 cavalli. Ma è importante anche la nuova serie della Mégane, che verrà svelata proprio a Francoforte. Tuttavia i dettagli noti su questa nuova generazione sono molto rarefatti. Certamente molta attenzione è stata dedicata alla qualità degli interni, uno dei punti deboli della serie precedente. Ovviamente i motori riceveranno gli ultimi aggiornamenti. Si parla anche di una versione spinta da 300 cavalli, riservata però per un secondo momento.

    La regina britannica che parla bene il tedesco (bavarese) presenterà a Francoforte in anteprima mondiale la Dawn, la nuova cabriolet con lo stemma dello Spirito dell’estasi, che rimanda indietro agli anni ’50 della Silver Dawn. Meccanica della Wraith, dovrebbe montare un V12 biturbo da circa 630 cavalli. E una villa con piscina all’interno.

    Spazio alla nuova Ibiza, già presentata a Barcellona. Importante il motore 1.0 TSI a tre cilindri da 95 cavalli, così come il 1.4 TDI sempre tricilindrico da 75, 90 e 105 cavalli. Rinnovato e completo il sistema multimediale Ibiza Connect. Importante anche l’aggiornamento della monovolume Alhambra, che punta sulla tecnologia. Si potrà rivedere anche il concept 20V20, mostrato per la prima volta a Ginevra. E ovviamente la Leon ST Cupra, che è sempre un bel vedere.

    L’attenzione è tutta concentrata sulla nuova Superb. L’ammiraglia della casa ceca è già in listino e le consegne procedono spedite. A Francoforte verrà presentata la versione Greenline, che punta tutto sui bassi consumi. Equipaggiata con un motore 1.6 TDI, consente secondo i dati della casa una percorrenza di 1.780 Km con un pieno di gasolio (carrozzeria berlina), pari ad un consumo di 3,7 litri per 100 Km.

    Attesa la Fortwo Cabriolet, con nuovo tetto in tela azionabile anche alla massima velocità, 155 Km/h. Prevista nei listini per la prossima primavera, dovrebbe adottare il motore 0.9 turbo da 90 cavalli, abbinato al cambio automatico a doppia frizione. Disponibile quasi certamente anche l’aspirato di pari cilindrata da 61 e 71 cavalli. Per quanto riguarda la due posti chiusa, c’è grande curiosità tra gli appassionati di questo marchio per le versioni spinte di Brabus.

    A Francoforte si potrà vedere da vicino la station wagon Levorg, lanciata quest’estate e in arrivo nei concessionari a settembre. La versione europea di questo modello rimpiazzerà nei listini la vetusta Legacy, dal passato glorioso nei rally, quando negli anni ’90 fu affidata a Marku Alen e Colin McRae. La Levorg monterà un nuovo 1.6 turbo ad iniezione diretta di benzina da 167 cavalli. Molto completa la dotazione tecnologica. Trazione integrale d’obbligo.

    La casa giapponese punta tutte le proprie carte sul Baleno, che verrà presentato in anteprima mondiale. Si tratta della versione di produzione del concept iK-2, che ha visto la luce lo scorso marzo a Ginevra. Berlina a cinque porte di segmento B, monterà il motore Boosterjet, cioè il 1.0 turbo benzina. Successivamente dovrebbe arrivare anche una versione ibrida.

    Grande attesa per il restyling del Land Cruiser, che arriverà nei concessionari alla fine dell’anno. Sensibili interventi estetici, poi l’aggiornamento del motore 3.0 da 190 cavalli, abbinato al cambio automatico ad otto rapporti. Innnumerevoli le dotazioni tecnologiche. Potrebbe anche essere mostrata la nuova serie della Prius, sorpresa negli ultimi giorni durante dei test senza camuffature. La più interessante è la versione ibrida: il motore termico 1.8 e quello elettrico produrranno una potenza combinata di 134 cavalli; il cambio è automatico Cvt.

    La seconda generazione del crossover compatto Tiguan circola travestita da diversi mesi. Al salone di Francoforte dovrebbe però essere mostrato un concept che anticipa questo modello, la cui uscita sul mercato è prevista per il 2016. Per il resto, sarà l’occasione per osservare nuovamente modelli già in listino, come la Passat GTE, la versione ibrida della berlina di segmento D del marchio di Wolfsburg.

    Grande attesa per la S90, berlina di lusso che dovrà fare la guerra ad A6, Classe E e Serie 5. Tanto per non far dimenticare che Volvo è un marchio premium, il design degli interni della S90 è stato affidato a Robin Page, proveniente dalla Bentley. I motori faranno parte della famiglia Drive-E, frazionati su quattro cilindri, così come quelli della XC90. Un altro punto forte in cui Volvo è storicamente sempre stata all’avanguardia è quello della sicurezza. A Francoforte sarà interessante osservare l’evoluzione della sicurezza per i bambini secondo gli ingegneri svedesi, con un rivoluzionario sedile anteriore che si trasforma in seggiolino. Il piccolo viene collocato in un vano ricavato nella parte posteriore del sedile passeggero, venendosi a trovare in direzione contromano, quindi più sicura, con in più il resto del sedile a fargli da scudo.

    2049

    Motor Show Bologna 2016

    ARTICOLI CORRELATI