Salone di Ginevra 2008: un video per chi è rimasto a casa

Salone di Ginevra 2008: un video per chi è rimasto a casa

Salone di Ginevra 2008: un video per chi è rimasto a casa

    Salone di Ginevra 2008: un video per chi è rimasto a casa

    L’ideale sarebbe andare a Ginevra in occasione dell’ormai rinomato Salone dell’Auto e non soltanto perchè parliamo di una delle più importanti e antiche vetrine al mondo delle quattro ruote, non soltanto perchè dicendo Salone di Ginevra ci riferiamo ad una vetrina che, sopratutto quest’anno, vedrà in mostra il meglio dell’auto ecologica che aveva già avuto modo di affermarsi nel precedente Salone di Detroit, grazie ai numerosi prototipi attenti all’ambiente, ma anche perché la kermesse internazionale svizzera ci da l’occasione giusta per avvicinarci a tutto quello che è affine all’auto sol perché vi orbita intorno.

    Un’altra ragione per la quale sarebbe ideale spingersi oltre i confini italiani raggiungendo la celeberrima kermesse automobilistica elvetica, vale un po’ per tutti i Saloni e molto per Ginevra, perché all’interno degli stand si respira un’aria unica, di attesa, di brusio di fronte alle varie anteprime come a non voler rompere l’incanto di una novità in arrivo, che si mischia al frastuono di quegli stand dove la celebrazione di un marchio passa attraverso un’esibizione dell’artista di turno. Così come, mai se non in un Salone dell’Auto, tanto più se importante come quello svizzero, sarà data l’occasione di gustarsi al meglio le belle ragazze che con i loro fisici statuari fanno da contorno alle vernici metallizzate ed iridate delle auto esposte, con i loro sguardi e i loro sorrisi ammiccanti per qualche secondo contribuiscono a dare a noi stessi l’impressione di essere protagonisti di un evento che dura mediamente un paio di settimane ma perdura per tutto il resto dell’anno che lo separa dalla prossima edizione e per Ginevra, sarà la 79 esima.

    343

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI