Salone di Ginevra 2010: Pininfarina 2uettottanta

La Pininfarina 2uettottanta si è finalmente svelata al Salone di Ginevra 2010

da , il

    Salone di Ginevra 2010: Pininfarina 2uettottanta

    Si apre il sipario sullo stand Pininfarina del Salone di Ginevra 2010 e appare lei, la Pininfarina 2uettottanta. La casa, più o meno un mese fa aveva anticipato questa concept car con un bozzetto poco esaustivo, stuzzicando la nostra curiosità. Quella che aspettava era una vettura dalla doppia funzione celebrativa: due marchi – e che marchi – hanno festeggiato il compleanno nel 2010, Pininfarina e Alfa Romeo. Il primo compie ottant’anni, il secondo, nato nel lontano 1910 a Milano, supera il traguardo dei 100.

    Anche il nome della vettura è un doppio omaggio, riferito alla storica Alfa Romeo Duetto e agli ottant’anni del marchio. Al Salone di Ginevra è una delle più ammirate, ma le foto non tardano a spiegarcene il motivo.

    La Pininfarina 2uettottanta è un’Alfa come non se ne vedevano da “secoli”. Il suo fascino è esattamente a metà strada tra passato e futuro, dove i connotati di Alfa disegnano la linea di tensione tra le due dimensioni. Ovviamente, sotto le lamiere è tutt’un’altra storia. la tecnologia non si lascia desiderare, presentando una vera sportiva moderna. Monta un 1750 TBi, con trazione posteriore, ed è dotata di dispositivo Alfa DNA, con il quale selezionare la modalità di guida ideale. La 2uettottanta presentata al Salone di Ginevra è lunga 4,21 metri, larga 1,80 e alta solo 1,280 metri.

    I dettagli della concept car sono raffinati e tecnologici, dal volante in carbonio ai freni in carboceramica by Brembo, fino ai cerchi in classico stile Alfa Romeo. Una domanda: dopo il Salone di Ginevra potrebbe esserci un futuro nella famiglia del biscione per questa bella spyder? Dalla Pininfarina non si sbottonano…