Salone di Ginevra 2010: Tata Nano elettrica

La Tata Nano arriva anche in versione elettrica

da , il

    tata nano elettrica salone di ginevra 2010

    Dall’India direttamente al Salone di Ginevra 2010: è la Tata Nano elettrica, versione zero emissione dell’”auto dei puffi”. E’ così che viene chiamata la vetturina indiana dai colleghi della stampa di tutto il mondo, “the little people’s car”. La Tata Nano si è sempre messa in gioco in questi anni, presentandosi addirittura sotto le spoglie di una supercar (una scheggia impazzita praticamente). Nel 2012, secondo quanto anticipato dalla casa, l’auto low cost per eccellenza dovrebbe sbarcare anche in Europa, per la gioia di noi automobilisti vessati dalla crisi.

    La versione zero emissioni della Tatat Nano è stata presentata al Salone di Ginevra sotto occhi e obiettivi curiosi, direttamente con le parole di Ravi Kant, Vice Presidente di Tata Motors. Questi ne assicura l’affidabilità per l’utilizzo quotidiano, almeno pari a quella che si riesce ad attribuire alla Nano “normale”… Peraltro, la Nano – eletta in India Auto dell’Anno 2010- per poter concorrere nel vecchio continente dovrà attenersi ai nostri standard di sicurezza, più rigidi e limitativi per le case automobilistiche.

    La Tata Nano Ev non è la prima elettrica della casa di Ratan; prima di lei ha debuttato la Tata Indica Vista EV, presentata l’anno scorso per il mercato europeo. Il debutto della Indica ecologica è previsto per il 2010, ma non è ancora stata ufficializzata una scadenza precisa. La Nano EV sbarcherà qui da noi entro un paio di anni, dopo il debutto della versione normale, equipaggiata con un piccolo tre cilindri da 1,0 litri di cilindrata e 60 cavalli di potenza. L’autonomia della EV è di 160 chilometri, mentre l’accelerazione da 0 a 60 Km/h è completata in meno di dieci secondi.

    La Tata Nano supercar