Salone di Ginevra 2011: Volkswagen Bulli elettrico

Il Salone di Ginevra 2011 è stata l'occasione scelta da Volkswagen per presentare la versione elettrica del mitico minivan Volkswagen Bulli

da , il

    Salone di Ginevra 2011: Volkswagen Bulli elettrico

    La Volkswagen ha scelto il Salone di Ginevra 2011 per svelare l’elaborazione moderna di quello che molti considerano il primo van al mondo: il Volkswagen Bulli. Questo furgoncino è stato uno dei simboli della libertà negli anni ’50 e ’60 ed oggi la casa costruttrice ne ha riproposto una versione con alimentazione 100% elettrica. Nato come progetto Volkswagen T1 ha avuto diversi nomi, da Bulli in Germania a Microbus negli Stati Uniti. La nuova incarnazione del furgone guarda al futuro senza dimenticare i principi che hanno ispirato la nascita del modello originale.

    Il sistema di alimentazione elettrica di ultima generazione che spinge il Volkswagen Bulli è formato da un motore elettrico da 85 kW di potenza e 270 Nm di coppia massima. La batteria agli ioni di litio da 40 kWh è in grado di offrire al veicolo un’autonomia di 300 km, un valore tra i più alti fatti registrare da un’auto elettrica.

    Per ricaricare il Bulli è sufficiente un’ora utilizzando una delle colonnine appositamente ideate per i veicoli a batterie. Il suo propulsore garantisce accelerazione da 0 a 100 km/h in 11,5 secondi con velocità massima, limitata elettronicamente, di 140 km/h. Il minivan è disponibile anche con motori 1.0 e 1.4 a benzina e diesel.

    Una delle caratteristiche più interessanti del nuovo Volkswagen Bulli non è però di tipo meccanico, ma tecnologico. Il suo sistema di infotainment si basa infatti su un Apple iPad estraibile installato al centro della console.