NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Salone di Ginevra 2013, tutte le auto esposte [FOTO]

Salone di Ginevra 2013, tutte le auto esposte [FOTO]

Il Salone dell'auto di Ginevra 2013 aprirà le porte al pubblico a partire dal 7 marzo

da in Salone auto, Salone di Ginevra 2017
Ultimo aggiornamento:

    E’ l’appuntamento europeo più importante quest’anno il Salone dell’auto di Ginevra 2013. In uno scenario continentale di profonda crisi, la kermesse elvetica si propone come palcoscenico per lanciare auto che la crisi proprio non la soffrono. Saranno le supercar le regine incontrastate del Salone. Dall’attesissima Ferrari F150, codice del progetto sotto al quale si nasconde la nuova Enzo, alla McLaren P1, passando per la Lamborghini Veneno, portabandiera del marchio sotto l’egida Volkswagen, a 50 anni dalla creazione in quel di Sant’Agata Bolognese. Aperto al pubblico a partire dal 7 marzo, Ginevra sfoggerà anche proposte alla portata di molte tasche: in ordine sparso troveremo la Nissan Note, la Honda Civic station wagon, la Mercedes CLA, la Fiat 500L e tanti concept pronti al debutto sotto forma di prodotti pronto-serie.

    Vediamo in questa carrellata tutte le novità imperdibili per chi vorrà seguire il Salone di Ginevra 2013 al meglio.

    Alfa Romeo
    In casa Alfa l’attesa è alle stelle per scoprire la coupé 4C, due posti secchi con telaio in fibra di carbonio dalle dimensioni da utilitaria. Monta il motore turbo benzina 1750 da 240 cavalli e promette prestazioni mozzafiato. Andrà in vendita a fine anno.

    Accanto alla sportività estrema della 4C, largo al concept Gloria, sviluppato dagli studenti dell’Ied di Torino e in grado di anticipare alcune soluzioni della Giulia, berlina slittata nei programmi del marchio fino al 2015. Forme morbide, da coupé quattro porte, con ben evidenti i richiami alla storia Alfa Romeo, scudetto sul muso in primis.

    Alpina B3 biturbo
    E’ l’evoluzione della Bmw Serie 3 dopo esser passata dalle mani del tuner tedesco. Motore biturbo 3 litri benzina, 305 km/h di velocità massima, 4 secondi per passare da zero a cento e 14 per toccare i 200. Lo stile cambia appena, con appendici aerodinamiche nuove e cerchi in lega dedicati.

    Aston Martin
    Recentemente passata di mano la proprietà, con la cordata italiana guidata da Andrea Bonomi adesso azionista di maggioranza, Aston Martin esporrà la versione più sportiva della Rapide, la S: gran coupé quattro porte con motore potenziato e consueto stile british.

    Spazio ai sogni e all’esclusività, poi, con l’interpretazione firmata Bertone; evoluzione della Jet 2, la Jet 2+2 rappresenta la variante shooting brake della Rapide. Affascinante.

    Audi
    Il marchio di Ingolstadt a Ginevra lancia la versione elettrica della Audi A3, per l’occasione ribattezzata e-tron, sigla finora non troppo fortunata in casa Audi, pensando ai modelli presentati e mai entrati in produzione. Diventa g-tron, invece, la premium di segmento C alimentata a gas.

    A tenere alta la bandiera delle prestazioni arriva invece la RS Q3, per la prima volta un suv dei quattro anelli sposa le due lettere più sportive. Motore 2.5 litri TFSI da 310 cavalli e 250 km/h di velocità massima autolimitata.

    Bmw
    Oltre a riproporre il concept Active Tourer, prima trazione anteriore per la casa di Monaco di Baviera, Ginevra 2013 si legge anche Serie 4 coupé in versione definitiva. Svelata in anteprima mondiale al Salone di Detroit a inizio anno, la nuova numerazione è pronta per arrivare sul mercato. Stile come di consueto impeccabile e grandi motorizzazioni sotto al cofano.

    Altra novità in casa Bmw è la presentazione della Serie 3 GT. Segue le orme della sorella maggiore Serie 5 GT – non troppo fortunate le sorti sul mercato italiano – per assicurare più spazio interno, specialmente in altezza, e capacità di carico ampliata.

    Da non dimenticare anche il reparto energie alternative, con la i3 coupé concept dotata di range extender, un motore benzina con funzioni di generatore d’energia per il propulsore elettrico.

    Chevrolet
    Gli americani arrivano a Ginevra con un restyling per il suv Captiva e la versione europea della Spark elettrica. Gran coppia per la citycar, in grado di bruciare i 100 orari da fermo in circa 8 secondi. Non male con 130 cavalli a disposizione.

    Citroen
    Si chiama Technospace, si legge C4 Picasso 2013. La nuova generazione della monovolume francese stravolge il linguaggio stilistico, sposando tratti futuristici sul frontale e interni che ruotano intorno alla multimedialità e alla connettività. Resistono i montanti anteriori sdoppiati, eredita della precedente serie.

    Largo poi alle nuove tecnologie come l’hybrid air, ovvero, realizzare un’auto ibrida sostituendo l’elemento elettrico con l’aria compressa. Funzionerà?
    Novità anche nella gamma DS4 con la Electro Shot.

    Ferrari F150, nuova Enzo
    Come chiamarla? Ancora non lo sappiamo, sebbene si conosca il numero di progetto (F150) e tantissimi dettagli dell’ultima supercar del Cavallino rampante. Oltre 900 cavalli attesi sotto al cofano, grazie al sistema ibrido Kers. Prestazioni nemmeno a dirlo ai vertici assoluti per il segmento.

    Fiat
    La novità più importante è senz’altro la versione Trekking della 500L. Dopo l’esordio negli States, al Salone di Detroit, arriva anche per il pubblico europeo la versione spinta dal motore turbo benzina 1.4 litri da 165 cavalli.

    Da segnalare anche un nuovo allestimento per la 500 tradizionale, arriva la GQ.

    Ford
    Inizialmente pensata per il mercato sudamericano, la Ecosport arriverà anche in Europa. Si tratta di un piccolo sport utility vehicle posizionabile là dove in passato c’era la Ford Fusion. Motore 1.0 Ecoboost il vero valore aggiunto per un modello dal design abbastanza anonimo.

    Honda
    D’accordo, gli amanti delle supercar non la guarderanno nemmeno e si fionderanno sul concept Nsx, tuttavia, la portata più succulenta in casa Honda per gran parte dei comuni mortali sarà la Civic Tourer concept. La berlina giapponese guadagna la coda e raccoglie il guanto di sfida lanciato da Toyota al Salone di Parigi 2012 con la Auris Touring wagon.

    Kia
    Avanti tutta verso la sportività. Sembra essere il motto dei coreani di Kia che a Ginevra non si limitano a lanciare la gamma GT della media Cee’d, declinata anche in versione tre porte, ovvero, pro_cee’d GT. Motore turbo benzina 1.6 litri, cerchi in lega da 18 pollici, aspetto cattivo: quel che serve per catturare clientela giovane.

    Ecco, non solo gamma GT, ma anche un concept fortemente emozionale sul piano stilistico. Meno di 4 metri di lunghezza per la Kia Provo, stesso motore delle GT, con l’aggiunta di un modulo elettrico, per presentarsi ibrida e 4×4 all’occorrenza. Sembrava un’anti-Juke, ma con l’altezza da 135 centimetri potrebbe essere anti-Mini. Comunque, un’utilitaria premium e prestazionale.

    Lamborghini
    Come festeggiare 50 anni? Con un nuovo modello. Probabilmente al Salone di Ginevra 2013 ne vedremo due di nuovi modelli, un concept di coupé quattro posti con motore anteriore e l’esagerata Veneno.

    Interamente in fibra di carbonio, motore V12 da 6.5 litri e 750 cavalli, 354 km/h di velocità massima, basta osservarla per capire che è fatta esclusivamente per correre. Aerodinamica da prototipo, con tocchi di italianità su portiere e interni.

    Maserati
    Della Quattroporte sappiamo già tutto perché scoperto a Detroit. A Ginevra, l’ammiraglia sportiva del Tridente farà il debutto europeo. L’attenzione sarà rivolta ad altro, decisamente più racing. La Maserati Granturismo MC Stradale sfoggia un nuovo look e, soprattutto, una disposizione dei sedili diversa: da due posti secchi si passa a quattro sedute, per correre in compagnia.

    Mercedes
    E’ pronta al debutto sul mercato la Mercedes CLA, ma non possiamo certo additarla come novità principale dello stand della casa di Stoccarda. C’è anche altro, seppur sul viale del tramonto. La nuova Classe C arriverà a breve, intanto, i fanatici della divisione Amg avranno un bel regalo con la C63 Amg Edition 507: facile intuire quel numero finale, sono i cavalli a disposizione sotto al piede destro. Abbastanza, no?

    Nissan
    A Ginevra 2013 arriva la divisione Nismo con tutta la sua potenza di fuoco: Juke e 370Z pronte per il mercato europeo. Argomenti validissimi per chi cerca le prestazioni. Millesei turbo benzina per il crossover da città, V6 3.5 litri con piccoli accorgimenti per la coupé.

    Tutto qui? Nient’affatto. Se possibile il modello più interessante sarà un altro, perché rivolto all’ampia platea degli automobilisti di tutti i giorni. Arriva la versione europea della Nissan Note, completamente rivista rispetto alla vecchia generazione, prende spunto dal bel concept Invitation.

    Opel
    Dallo chich all’hard rock. E’ la Opel Adam, primadonna dello stand del costruttore tedesco con la versione suv – ancora concept - Adam Rocks. Risponde all’idea Volkswagen Taigun, ovvero, proporre citycar dal look off-road per saziare la voglia di suv che dilaga (ahinoi).

    Pronta da subito per le concessionarie è, invece, la Opel Cascada. Cabriolet importante nelle dimensioni, con 4 metri e 70 centimetri di lunghezza, sfida la concorrenza premium con un prezzo abbordabile e contenuti tecnici interessanti.

    Renault
    Ruota tutto intorno alla Clio. A Ginevra ci sarà la variante station wagon, la Clio Sporter, versione dal bagagliaio più capiente e look che non delude, replicando tutti i contenuti tecnologici della berlina due volumi. Inoltre, aggiungendo qualche centimetro in altezza, la Clio diventa Renault Captur: grande il giusto, a metà tra una segmento C e un’utilitaria cresciuta, la Captur avrà contro un’altra francese, ma col leone sul cofano.

    Peugeot 2008
    Qual è l’avversaria della Captur? Eccola, la Peugeot 2008. Se il modello della Regie deriva dalla Clio, quello del Leone prende i natali dalla 208. Stessa calandra, diverso il taglio dei fari e originale la soluzione del tetto, con un doppio livello e barre longitudinali integrate. Oltre alla versione normale, Peugeot presenterà anche quella mossa dalla tecnologia hybrid-air.

    Seat
    La Leon ha convinto appieno col suo stile deciso, tagliente, di rottura rispetto al passato. Il resto l’ha fatto il pianale Golf-A3 e motori della stessa famiglia. Successo impossibile da mancare. Quel che mancava, invece, era la versione più sportiva, tre porte, l’alternativa alla cinque, bella sì, ma con qualcosa da eliminare: due porte, ecco.

    Non si può essere sportivi a cinque porte? Tutt’altro, e la prova la dà la versione ST, una sorta di Sportback – restando in famiglia, precisamente Audi – a marchio Seat. Saranno loro le regine di Ginevra per il marchio spagnolo.

    Ssangyong
    «Che belle le auto coreane». Fino a qualche anno fa erano parole difficili da pronunciare. Oggi non più. Kia, Hyundai, non solo. C’è anche Ssangyong con il concept Siv-1 a Ginevra. Studio di un suv sportivo, potrebbe prefigurare la nuova generazione di Korando.

    Suzuki S-Cross
    Ancora suv, ancora un’auto dagli occhi a mandorla. Dal Giappone arriva la S-Cross, idealmente sostituta della Suzuki SX4, è si presenta a Ginevra in versione definitiva e pronta per debuttare sul mercato.

    Toyota
    Lancia uno sguardo al futuro della mobilità Toyota con la i-Road, ibrido a metà strada tra auto e scooter: tre ruote, in stile Piaggio MP3. Per chi vuole qualcosa più vicina a un’auto vera e propria, oltre alla già vista Auris Touring wagon (alimentazione tradizionale e ibrida), a Ginevra arriva l’emozionale spider FT-86. Derivata dalla coupé GT-86 propone un tetto in tela ad azionamento elettrico e lo stesso motore due litri boxer aspirato da 200 cavalli. Attendiamoci la proposta a marchio Subaru.

    Volkswagen
    Una vittoria a Ginevra 2013 Volkswagen l’ha già ottenuta: titolo di Auto dell’anno 2013 per la Golf. Ha battuto le due coupé nipponiche Brz/GT86 e l’interessante Volvo V40.
    Proprio la gamma Golf si arricchisce delle versioni GTD e Variant, la station wagon secondo Wolfsburg. In versione definitiva, dopo l’apparizione da “concept” a Parigi 2012, la GTI.

    Altra freccia importantissima all’arco di Volkswagen sarà la XL1, auto dai consumi irrisori, vetrina viaggiante della tecnologia del marchio. Ibrida a motore diesel, carrozzeria in composito, aerodinamica curatissima e dimensioni da utilitaria: fa 110 km circa con un litro di carburante.

    Infine, la famiglia up! che si allarga. Debutterà sul mercato nei prossimi mesi la Cross up!, modello dall’aspetto fuoristradistico con protezioni sulla carrozzeria e altri dettagli che non intaccano la natura della citycar tedesca.

    2255

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Salone autoSalone di Ginevra 2017
    PIÙ POPOLARI