Salone di Ginevra 2017, Toyota Yaris GRMN: piccola peste [FOTO]

Torna una piccola utilitaria sportiva nella gamma Toyota. Ecco a voi la nuovissima Toyota Yaris GRMN presentata al Salone di Ginevra 2017.

da , il

    Un regalo a tutti gli amanti delle piccole sportive al Salone di Ginevra 2017. Si chiama Toyota Yaris GRMN e segna il ritorno di una versione ad alte prestazioni nella gamma dell’utilitaria della casa delle Ellissi. Se ricordate, sia la prima (1999-2005) che la seconda generazione delal Yaris (2005-2011) avevano avuto le versioni sportive TS, dotate di un motore aspirato che regalava prestazioni brillanti e piacere di guida. Con l’arrivo dell’ultima serie della celebre Toyota, però, sembrava che ci saremmo dovuti rassegnare all’idea di vedere una nuova variante pepata della Yaris. Questo fino ad oggi.

    210 cavalli e cambio manuale

    La nuova Toyota Yaris GRMN è pensata per essere una sorta di versione stradale della sorella che corre nel mondiale rally WRC. Preparata con l’aiuto della divisione sportiva della casa giapponese, la Gazoo Racing, monta sotto al cofano un generoso quattro cilindri da 1.8 litri. Turbo, penserete. In un mondo in cui tutte le sue rivali sportive del segmento B montano un turbocompressore, la Toyota Yaris GRMN monta invece un compressore volumetrico. Questo ha permesso di spremere 210 cavalli di potenza massima, che si traducono nella migliore ripresa (minor tempo) da 80 a 120 km/h in quarta marcia tra tutte le concorrenti. La potenza è trasferita alle ruote mediante un cambio manuale a sei rapporti, votato al piacere di guida.

    La piccola peste giapponese è stata affinata tra le curve del Nürburgring: le sospensioni prevedono molle accorciate, ammortizzatori della Sachs e barra stabilizzatrice irrigidita. Una chicca che regalerà un sorriso agli appassionati: sotto al cofano si nasconde anche una barra duomi, che migliora ovviamente la rigidezza torsionale. La trazione è anteriore, ma c’è anche un differenziale meccanico Torsen, che permette di ridurre il sottosterzo ed aumentare la precisione dell’avantreno. L’impianto frenante prevede, all’anteriore, dischi autoventilati con pinze a quattro pompanti, perfettamente visibili dietro ai cerchi in lega BBS da 17 pollici di colore nero.

    Il design della piccola sportiva

    Il corpo vettura è a tre porte. Rispetto alle Yaris tradizionali, la GRMN si distingue per due nuovi scudi paraurti più aggressivi, adesivi specifici su cofano e fiancate, spoiler sul lunotto posteriore ed un terminale di scarico centrale cromato trapezoidale, circondato dal finto diffusore posteriore. La stessa aria di sport si respira anche all’interno: volante in pelle della Toyota GT-86, pedaliera e pomello del cambio in alluminio e sedili sportivi in microfibra con cuciture a contrasto.

    Per cosa sta il nome GRMN? Gazoo Racing, Masters of the Nürburgring. Al momento la casa non ha ancora dichiarato prezzi e prestazioni.

    LEGGI ANCHE: Toyota C-HR: dimensioni, motori e uscita del crossover compatto [FOTO]