Motor Show Bologna 2016

Salone di Los Angeles 2016, tutte le novità attese

Salone di Los Angeles 2016, tutte le novità attese

La regina sarà Alfa Romeo, con il lancio del suv Stelvio

    Salone di Los Angeles 2016, tutte le novità attese

    Il Salone di Los Angeles 2016 (18 – 27 novembre 2016) è l’ultimo appuntamento di peso tra i saloni internazionali dell’anno. Si tornerà a gennaio, negli States, per la sequenza tra CES di Las Vegas e Salone di Detroit. A Los Angeles, tuttavia, non mancheranno novità importanti, specialmente dai marchi europei. Ci sono restyling chiave da svelare al pubblico, anteprime mondiali attesissime, oltre alle immancabili proposte per il mercato d’Oltreoceano, di minor rilevanza per l’automobilista europeo, ma pur sempre indicative della strada che verrà percorsa prossimamente nel Vecchio continente, come nel caso di Nissan Versa E-Power.

    Vista l’eco mediatica che ha circondato la Giulia, aspettiamoci altrettanta enfasi sul debutto del primo suv Alfa Romeo. La Stelvio sarà presentata in anteprima a Los Angeles, con uno stile fortemente influenzato dalla berlina. E’ un modello chiave per le sorti del marchio, visto l’andamento delle scelte globali degli automobilisti, rivolte stabilmente verso il settore degli sport utility vehicles. Dimensioni in quota BMW X3, stile con linee avvolgenti e marcatamente sportive. Una variante Quadrifoglio sarebbe il naturale completamento della gamma, sebbene le motorizzazioni più di volume saranno quelle turbodiesel.

    Approfondisci

    Dal cavallino di Stoccarda arriva un ampliamento dell’offerta, perché a Los Angeles verranno presentate le versioni Executive, con passo allungato di 15 centimetri e soluzioni dedicate al comfort extra per i passeggeri dei sedili posteriori. Spalmata sull’intera gamma di motorizzazioni la variante Executive, non va tralasciata l’introduzione del nuovo motore 3 litri V6 turbo, alla base dell’offerta a benzina. Sviluppa 330 cavalli, 20 più del precedente 3.6 litri aspirato, con riduzione dei consumi pari a 1 litro ogni 100 km e tanta coppia in più. In casa Porsche si svelerà anche la 911 RSR, progetto per la pista, destinato ai campionati 2017 in classe GT.

    Approfondisci

    Dopo l’annuncio di inizio novembre, è attesa negli States la prima in pubblico per la Golf aggiornata. Se le modifiche estetiche sono, tutto sommato, di secondo ordine, molto più importanti sono gli interventi tecnici e sull’infotainment.

    Si arricchisce del sistema da 9,2 pollici, con ricarica induttiva per lo smartphone, ampliamento dell’offerta di app, comandi gestuali, unitamente allo step da 8 e 6,5 pollici per lo schermo. Da non dimenticare la strumentazione virtuale, ripresa dai modelli Volkswagen di gamma superiore e il debutto, prima assoluta, del motore 1.5 TSI a Ciclo Miller.

    Approfondisci

    Quella che negli USA è Nissan Versa, per il mercato europeo è Nissan Note. Cambia lo stile del frontale, calandra ridisegnata e taglio dei fari pure. Ma è rilevante un altro dettaglio sul MPV: l’architettura ibrida. Nissan porta al debutto il sistema E-Power, schema di propulsione che abbina un piccolo motore benzina, con funzioni esclusivamente di “caricatore” delle batterie, a un’unità elettrica che è sempre il cuore a garantire la spinta propulsiva. Tutti i benefici di una guida elettrica, uniti alla versatilità di non restare mai a secco, potendo fare il pieno tradizionale di benzina per alimentare il 3 cilindri che funge da generatore di elettricità.

    La seconda generazione di Mini Countryman sbarca a Los Angeles per la sua premiere mondiale. Cambia tanto, dallo stile alle dimensioni, maggiorate per assicurare più spazio a bordo. La vera novità, però, è nella versione ibrida plug-in, per la prima volta una Mini con motore elettrico accoppiato a uno termico, il tre cilindri turbo benzina da 1.5 litri. Trazione integrale ottenuta dal posizionamento del motore elettrico al posteriore, con batterie sotto i sedili e uno schema che replica quello della BMW Serie 2 Active Tourer ibrida plug-in.

    Approfondisci

    Altro suv atteso alla kermesse statunitense, Mazda CX-5. Un anno fa si presentò il model year 2016, quest’anno tocca a una rivisitazione più profonda del suv di medie dimensioni. Aspettiamoci interventi di stile più marcati, un teaser ha anticipato la nuova firma sulla fiancata, una cromatura sulla linea di cintura, dopodiché sono prevedibili delle migliorìe alla multimedialità e un taglio dei fari anteriori probabilmente rivisto, come già accaduto per la Mazda 3 restyling. Arriva a metà ciclo vita, l’aggiornamento per CX-5, dopo che linee più taglienti sono state portate al debutto con CX-3. Vedremo quanto, del crossover compatto, ritroveremo nel design del suv derivato dalla berlina Mazda 3.

    838

    Motor Show Bologna 2016

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI