Motor Show Bologna 2016

Salone di Parigi 2010, Lotus Esprit

Salone di Parigi 2010, Lotus Esprit

La casa automobilistica inglese Lotus espone una delle sportive della nuova gamma, Esprit, al Salone di Parigi 2010, che verrà commercializzata nel 2013

da in Anteprima auto, Auto nuove, Coupè, Lotus, Lotus Esprit, Salone di Parigi 2016, Supercar
Ultimo aggiornamento:

    Il costruttore britannico di Hethel, Lotus, ha messo a punto una gamma di sei veicoli per il Salone di Parigi 2010, che anticipano il programma del marchio sportivo per il futuro. Ce l’aspettavamo: alcuni mesi fa, la casa automobilistica stessa aveva anticipato l’inizio di una nuova era. Uno dei modelli più importanti per la gamma è Lotus Esprit, la nuova generazione di un veicolo storico per il brand: la supercar, in altre parole, che si porrà al più alto livello della gamma.


    Istantaneamente, si ravvisano gli stessi dettagli stilistici di Lotus Elite, quella mezza Gran Turismo mezza spyder ibrida che è stata anticipata alcuni giorni fa dal costruttore stesso. Ma fa parte di un linguaggio estetico nuovo e fresco, che intende creare una famiglia di sportive con una determinata anima, che faccia riconoscere l’appartenenza all’emisfero Lotus istantaneamente. Dunque, come per Lotus Elite, anche Lotus Esprit propone linee appuntite, tese, forme acuminate, tratti semplici e diretti.

    La nuova Lotus Esprit viene offerta in due varianti, entrambe equipaggiate con un propulsore di origine Lexus: un 5,0 litri V10 benzina.

    La versione tout court dispone di 550 cavalli, mentre la coniugazione R offre al pilota 620 cavalli: entrambe verranno dotate di una trasmissione automatica doppia frizione a sette velocità e del dispositivo KERS.

    Il peso della nuova Lotus Esprit non omaggia eccessivamente una – o forse l’unica – delle filosofie della casa automobilistica britannica: la leggerezza. Il valore è pari a 1495 chilogrammi: non ragguardevole, bensì soltanto interessante rispetto ai valori della concorrenza. L’amministratore delegato Dany Bahar ha precisato che nel futuro prossimo la casa automobilistica produrrà circa 2700 vetture all’anno con prezzi inferiori a 45.000 e circa 7000/8000 con prezzi compresi tra 90.000 euro e 140.000. Perlomeno, questo è il progetto da realizzare. La nuova Lotus Esprit, che sarà introdotta in listino a partire dal 2013, verrà commercializzata attorno a 125.000 euro.

    354

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Anteprima autoAuto nuoveCoupèLotusLotus EspritSalone di Parigi 2016Supercar

    Motor Show Bologna 2016

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI