Salone di Parigi 2010, pacchetti di personalizzazione per Audi A1

Il costruttore teutonico Audi ha diffuso le informazioni ufficiali su tre nuovi pacchetti di personalizzazione dell'utilitaria A1, che saranno protagonisti del Salone di Parigi 2010

da , il

    Audi A1

    Il costruttore teutonico dei Quattro Anelli ha svelato i dettagli di tre nuovi pacchetti di personalizzazione dedicati all’utilitaria Audi A1, la più piccola autovettura della gamma. Questi verranno presentati al Salone di Parigi 2010, accanto alla nuova versione 1,4 litri TFSI, che viene dotata di 185 cavalli di potenza e 250 Nm di coppia massima.

    Il Competition Kit offerto per Audi A1 interviene sulla carrozzeria esterna della citycar di Ingolstadt. All’interno della dotazione, che viene commercializzata a 1.865 euro, sono compresi una nuova fascia anteriore-inferiore, una spruzzata di cromature sulla mascherina centrale (la così definita Single Frame) e nuovi pneumatici in lega da 17 pollici rifiniti con una doppia colorazione.

    Accanto al nuovo Competition Kit, la casa automobilistica Audi, che fa parte del Gruppo Volkswagen, propone il nuovo pacchetto Competition Kit Legends, destinato all’abitacolo di A1. La dotazione comprende bocchette d’aerazione specificatamente ridisegnate, un nuovo specchio retrovisore, nuove maniglie e tappetini esclusivi. In questo caso il prezzo scende a 670 euro.

    Costa, invece, 1.900 euro il nuovo allestimento S-Line, il livello sportivo che si posiziona ancora più in alto, in gamma, rispetto ad Ambition. Audi A1 S-Line verrà equipaggiata con un nuovo paraurti anteriore ed una nuova fascia posteriore-inferiore, con appendici aerodinamiche laterali, con badge identificativi del pacchetto S-Line, con pneumatici in lega da 17 pollici, con rivestimento delle sedute interne in pellame, materiale utilizzato anche per la decorazione di corona del volante e impugnatura del freno a mano, e con nuovi inserti decorativi.

    Prosegue, dunque, la campagna di personalizzazione delle utilitarie di segmento B: anche Audi A1, dunque, si mette in coda alla tendenza lanciata da MINI.