NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Salone di Pechino: Beijing C-17, la Saab cinese

Salone di Pechino: Beijing C-17, la Saab cinese

La Beijing ha presentato al Salone di Pechino la sua nuova vetture: si chiama C-17 ed è quasi la copia della vecchia Saab 9-5

da in Auto 2010, Auto nuove, Saab, Salone di Pechino 2016
Ultimo aggiornamento:

    Beijing C-17

    Il Salone di Pechino è entrato a far parte di quelle vetrine mondiali che i costruttori non possono affatto snobbare. Gli europei fanno due conti e capiscono, all’istante, che il mercato asiatico potrebbe essere la gallina dalle uova d’oro. Le fabbriche automobilistiche cinesi, infatti, fino a qualche anno fa, erano rappresentate solo da qualche carrozziere che scopiazzava qua e là i modelli di auto occidentali. Non che adesso le cose siano cambiate, ma l’apertura della Grande Muraglia all’economia mondiale ha fatto sì che si sviluppasse anche il settore auto con gli occhi a mandorla.

    Le enormi risorse presenti in Cina fanno galoppare il PIL di quel Paese, con una crescita interna che, noi europei, non riusciamo neanche ad immaginare. Ed allora cosa ti combinano gli eredi di Mao? Riescono a comprare una marca europea di grande prestigio e si mettono a costruire uno dei modelli di maggiore presa sul mercato: la Saab 9-3.

    La casa cinese è la Beijing Automotive, che ha acquistato dagli svedesi di Saab, appunto, i diritti di produzione dei modelli più sostanziosi.

    O meglio, non hanno comprato da proprio da loro, ma da chi deteneva il pacchetto di maggioranza della casa scandinava: la General Motors.

    L’auto – La Beijing, allora, ha preso la Saab 9-3 oppure la 9-5, fa lo stesso, ed ha cambiato qualcosa qua e là, operando un facile restyling della famosa e rocciosa auto svedese, ed ha creato (si fa per dire) la C-17.

    Le novità riguardano un disegno nuovo della calandra anteriore; un altro disegno dei fari, che appaiono adesso più allungati, quasi a disegnarli a mandorla (quasi a mettere un timbro di origine); uno spoiler anteriore più sportiveggiante. Ma, a ben vedere, dal punto di vista laterale e del tetto ben si riconosce ancora la sagoma della vecchia Saab 9-5.


    Motori -Per quanto riguarda i motori, si capisce che rimane quello della Saab originale, in quanto i cinesi non hanno raggiunto ancora la tecnologia occidentale per produrre dei propulsori degni di tali vetture. Avendo, dunque, a disposizione pianali, motori e tecnologie, ecco che ci hanno messo davvero poco a costruire (sarebbe meglio, forse, dire assemblare) un’automobile di classe e design dal gusto prettamente europeo. Bisogna stare alla finestra per capire se questa Beijing C-17 avrà fortuna nelle vendite.

    487

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Auto 2010Auto nuoveSaabSalone di Pechino 2016
    PIÙ POPOLARI