Salone di Parigi 2016

Tutte le novita' presentate ed esposte al Salone di Parigi 2016. News, anticipazioni, anteprime, foto e video delle nuove auto esposte alle kermesse francese.

Salone di Shanghai: punta di diamante del nostro migliore Made in Italy

Salone di Shanghai: punta di diamante del nostro migliore Made in Italy
da in Abarth Grande Punto, Fiat, Fiat Bravo, Fiat Palio, Ford Mustang, Giugiaro, Mondo auto, Pininfarina, Salone auto, Italdesign
Ultimo aggiornamento:

    Attualmente di tutti i mercati del mondo, quello cinese di Shanghai, è quello che suscita maggiore interesse da parte dei produttori automobilistici di tutto il pianeta e ciò in quanto, la Cina, allo stato delle cose, conta 8 milioni e mezzo di vetture vendute nel mondo previste alla fine di quest’anno, ipotizzando il ritmo attuale di vendita, cui si aggiunga anche l’importante dato relativo alla produzione di veicoli per l’anno trascorso, oltre 7 milioni; insomma, quello cinese, oggi, rappresenta il terzo polo mondiale nella produzione automobilistica.

    Ecco perché il Salone di Shanghai, nato alla luce di questi risultati suscita sempre maggior interesse da parte dei produttori mondiali ed ecco perché, marchi importanti come General Motors, sono quanto mai interessati a sfornare non meno di 1 milione di vetture nel Paese della Grande Muraglia entro il 2010 in collaborazione con Shangai Automotive e Fiat certa alleanze quanto mai certe con Nanjing e Chery per le Alfa Romeo cinesi.

    E a Shangai assisteremo anche al debutto della Roewe 750, ma è sempre in quella sede che ritroviamo la Grande Punto Abarth, ma anche la Bravo e la Linea, così come Palio, Siena e Perla, insomma un modo come un altro per dimostrare ai cinesi di cosa siamo in grado di fare, ma su questo, alla Grande Tigre, hanno le idee ben chiare, visto che proprio lì, impazza il made in Italy e, sul modello giapponese di alcuni anni fa, anche la Cina vuole i nostri: Giugiaro e Pininfarina, con la loro arte inimitabile e ultradecennale, come già detto in altre circostanze.

    E, proprio a testimonianza di come questi due designer siano quanto mai contesi in Cina, la minivan Zhongyi, Luxun e HF 10 ne sono prova tangibile, visto che in queste vetture si “respira” proprio l’arte di Pininfarina. E proprio a Shanghai, inoltre, è l’Italdesign ad essere la più ricercata con la Ford Mustang by Giugiaro e quest’ultimo lo ritroviamo anche a lavoro per altre Case cinesi, Faw, Brilliance, Dongfeng e Cnhtc.

    E se ancora non bastasse tutto ciò, anche Torino Design mostra il suo impegno con Chery e la realizzazione di una concept car, la Shooting Sport,disegnata da Giuliano Biasi che coniuga in meno di 4 metri e 2 centimetri, tutta la visione futuristica e avveniristica oggi immaginabile su una moderna vettura.

    E ancora si registrano collaborazioni con designer e intere scuole italiane di carrozzeria che si fondono, limitatamente ad alcuni marchi, per la realizzazione di vetture per il mercato interno come avvenuto con la Landwind per un altro minivan e insieme una race-car di tutto rispetto e prossima ventura.

    Insomma, il Salone di Shanghai ci mostra una realtà ben diversa di quella che siamo abituati a considerare pensando alla Cina e ai cinesi, ci palesa, chiaramente, invece,di come i cinesi abbiano voglia di imparare, da un verso, ma anche come, una civiltà antica e densa di storia abbia affinato il gusto del bello, inimitabile ma sicuramente importabile; loro lo hanno capito, noi lo stiamo imparando, quando il cerchio si chiuderà, i vantaggi, come spesso accade, saranno quanto mai reciproci.

    584

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Abarth Grande PuntoFiatFiat BravoFiat PalioFord MustangGiugiaroMondo autoPininfarinaSalone autoItaldesign Ultimo aggiornamento: Domenica 05/07/2015 10:19