Sciopero benzinai autostrada: niente rifornimenti dal 16 al 19 luglio 2013

Sciopero benzinai autostrada: niente rifornimenti dal 16 al 19 luglio 2013

E' stato indetto uno scioperi dei benzinai autostradali dalle ore 22 di martedì 16 luglio fino alle ore 6 di venerdì 19 luglio

da in Sciopero benzinai
Ultimo aggiornamento:

    Sciopero benzinai autostradali

    Le organizzazioni Faib Confesercenti, Fegica, Cisl e Anisa Confcommercio hanno indetto uno sciopero dei benzinai autostradali dal 16 al 19 luglio prossimi.
    Tra le motivazioni principali vi sono l’esclusione dei gestori delle pompe di benzina dalla divisione dei ricavi della vendita della benzina che di fatto vanno tutti a vantaggio dei concessionari autostradali e delle grandi compagnie petrolifere. Questo a fronte di un prezzo al litro che risulta essere tra i più alti in Europa con il danno che ne consegue per gli automobilisti.
    Per questo motivo le aree di servizio autostradali saranno chiuse dalle 22.00 di martedì 16 luglio fino alle 6.00 di venerdì 19 luglio, 3 giorni di sciopero che per coloro che usano abitualmente l’autostrada creeranno non pochi disagi.

    Le organizzazioni Faib Confesercenti, Fegica Cisl e Anisa Confcommercio hanno diffuso una nota nella quale vi è scritto che le società autostradali e le compagnie petrolifere si “litigano il bottino con il silenzio complice del ministero dello Sviluppo”.
    A dirla tutta non si tratta di una novità bensì di una situazione di stallo che aveva portato altre volte a scioperi simili, pure lo scorso anno, e sempre in concomitanza degli esodi estivi con tutti i disagi che ne conseguono, sia per la viabilità che per gli automobilisti stessi. A luglio 2012 si era giunti ad un’accordo provvisorio ma la situazione non è mai stata risolta del tutto. Anzi, stando alle dichiarazioni della Faib, le cose son peggiorate di molto da una decina d’anni a questa parte.

    I vari concessionari delle tratte autostradali, chi più chi meno continuano a percepire, favorite da offerte dissennate delle stesse compagnie petrolifere, dalla vendita dei carburanti una cospicua rendita che in soli dieci anni, dal 2003 ad oggi, ha subito un incremento fuori da ogni logica di mercato e di ragionevolezza: le royalty pretese su ogni litro di benzina e gasolio venduto in autostrada sono passate dai circa 13 euro per mille litri agli attuali 98 medi, come a dire un incremento addirittura del 764%. Dal canto loro le compagnie petrolifere insistono nell’imporre ai Gestori degli impianti autostradali ed agli automobilisti i prezzi dei carburanti più alti d’Europa, causa prima del tracollo dei volumi di vendita che negli ultimi tre anni sfiora, nel complesso, mediamente il 50%“.

    L’ipotetica accusa che si deduce dalla nota è proprio quella di “procurato fallimento” per le imprese di gestione: alcune pompe potrebbero essere costrette a tagli del personale (per un totale di 5.000 dipendenti a rischio licenziamento) o addirittua a chiusure di impianti.

    Informazioni e orari

    Come già anticipato dall’introduzione, lo sciopero dei benzinai autostradali inizierà alle ore 22 del 16 luglio e terminerà alle ore 6 del mattino del 19 luglio. A rischio chiusura le pompe di tutte le tratte autostradali, delle tangenziali e persino dei raccordi.
    Il garante degli scioperi Roberto Alesse ha dichiarato di non aver ricevuto “alcun atto di proclamazione di sciopero da parte delle sigle Faib, Fegica e Anisa”, restiamo quindi in attesa di ulteriori sviluppi sulla vicenda. Vi aggiorneremo non appena possibile.

    528

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Sciopero benzinai
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI