Scooter low cost: diffidate dalle imitazioni

da , il

    Uno scooter cinese: non sempre si tratta di veicoli sicuri a dispetto del costo basso

    A volte, soprattutto se c?è in ballo la sicurezza stradale, forse val proprio la pena spendere qualche centinaio di euro in più, piuttosto che rischiare la vita.

    A questa conclusione sarebbero anche giunti all?Editoriale Domus con la rivista motociclistica Due Ruote che questo mese ha esaminato il caso degli scooter low cost, che, sovente, costano anche la metà di quelli di marca ma si sono rivelati davvero scadenti. Alcuni di questi scooter sono cinesi.

    Secondo l?indagine condotta dal mensile, su 18 marche prese in rassegna, il 30%, ovvero 6 di queste, hanno da subito mostrato un?assistenza non certo degna degli standard previsti oggi, con scarsa disponibilità di pezzi di ricambio.

    Un?indagine parallela della rivista, aiuta i consumatori a districarsi nel mercato delle moto usate analizzando i documenti che corredano il veicolo, al fine di mettere in guardia il futuro acquirente sulle accortezze da adottare per distinguere un veicolo riciclato con documenti falsi da uno, invece, in regola.