Seat al Salone di Francoforte 2017, le novità auto esposte: il SUV Arona su tutti

Al Salone di Francoforte 2017 è stato tolto il velo alla Seat Arona il SUV basato sul pianale della Ibiza. Tutti i suoi segreti sono stati svelati.

da , il

    La Seat Arona ha tolto il velo al Salone di Franocoforte 2017. Sotto la pelle, l’Arona si basa sulla stessa piattaforma MQB AO come la nuova Ibiza. Misura 4.138 millimetri di lunghezza, rendendola alcuni millimetri più a lunga del Nissan Juke e della Renault Captur. Rispetto all’Ibiza, il nuovo arrivato è 79 millimetri più a lungo. L’altezza di Arona è stata aumentata di 15 mm. Uno bagagliaio da 400 litri rende anche l’Arona una delle vetture più pratiche della sua classe. Come motori la Arona ha tutte unità turbocompresse e hanno tecnologia stop/start. Tre motori a benzina sono offerti al lancio: un tre cilindri da 95 cavalli da 1,0 litri, collegati a un cambio manuale a cinque marce, mentre una versione a 115 CV è disponibile con un manuale DSG a sei marce o a sette velocità. Un motore a quattro cilindri da 148 cavalli da 1,5 litri offre la disattivazione del cilindro per ridurre il consumo di carburante e viene fornito solo con un cambio manuale a sei marce. L’unico diesel di Arona è un motore da 1,6 litri con 95 cavalli o 115. L’unità meno potente è equipaggiata con un cambio manuale a cinque marce o con un DSG a sette velocità, mentre il modello 115 cavalli possiede un manuale a sei rapporti.

    All’interno, l’auto è quasi identica all’Ibiza. Un display touchscreen da otto pollici si trova al centro della console, mentre il kit include la ricarica telefonica wireless. C’è anche una telecamera per la retromarcia e il cruise control.

    In attesa del Salone di Francoforte

    In occasione del Salone di Francoforte 2017, kermesse tedesca che aprirà i battenti alla stampa il 12 settembre per poi aprire le porte al pubblico dal 14 al 24 settembre, sarà l’occasione del brand spagnolo Seat di puntare tutti i riflettori su una delle sue grosse novità: la Seat Arona. Sarà una delle dirette rivali in un segmento affollato e che vede primeggiare auto come Jeep Renegade e Fiat 500X.

    Lo stesso Presidente di Seat, Luca De Meo, ha però indetto una conferenza stampa web una settimana circa prima dell’apertura del Salone, il giorno 4 settembre alle ore 11, per annunciare in anticipo cosa potrà poi essere toccato con mano una volta aperti i battenti. La conferenza non sarà fisica ma ripresa direttamente via web e disponibile in diretta streaming al link http://iaawebconference.seatprapp.com/

    LEGGI ANCHE: Salone di Francoforte 2017, il nostro SPECIALE

    Seat al salone di Francoforte 2017: le novità

    Il brand spagnolo facente parte del Gruppo Volkswagen potrà dire la sua in occasione del Salone di Francoforte 2017, con l’arrivo della Seat Arona. Non una prima mondiale, perchè l’exploit c’è stato in occasione del Salone di Barcellona, durante il quale il brand ha preferito giocare in casa.

    Il SUV piccolo spagnolo vuole andare ad insinuarsi in un segmento di mercato complesso, che da un lato vede l’affezione del cliente ai SUV, divenuti ormai quasi delle garanzie di vendita in ogni listino, dall’altro una lotta agguerrita tra rivali provenienti da ogni parte del mondo.

    Seat Arona sarà costruita a Martonrell su quella che è stata la base di partenza della nuova Seat Ibiza, la piattaforma modulare MQB-A0, che garantisce delle interessanti doti non solo dinamiche ma anche di abitabilità. Chiaramente le dimensioni della Seat Arona sono state riviste rispetto la sorella Ibiza, soprattutto nell’altezza con i suoi 99 mm in più: questa serve ad offrire non solo maggiore spazio a bordo ma anche una luce a terra migliore, per chi vorrebbe lasciare la sicurezza delle strade asfaltate per avventurarsi in luoghi meno battuti.

    Interessante novità della quale potremmo avere conferma solo in occasione della conferenza di Luca De Meo è la nascita di un brand Cupra. Ultimamente è stato registrato un logo che ha generato non poche chiacchiere in merito alla possibilità che Seat crei un vero e proprio marchio Cupra e non solo un allestimento ad alte prestazioni. Un po’ come ha fatto Audi così Seat vorrebbe differenziare la clientela sportiva ed esigente da quella commuter e business.