Seat e-Mii concept, la versione elettrica per una piccola flotta

Non è prevista la produzione in serie, il primo modello a batteria Seat arriverà nel 2019

da , il

    Dal Mobile World Congress di Barcellona, per la città di Barcellona. Seat e-Mii concept si presenta all’evento dedicato al mondo mobile in una veste insolita per il marchio spagnolo. Segue la strada anticipata da Volkswagen e-up!, medesimo progetto della Mii per quel che riguarda le motorizzazioni classiche, e propone l’unità elettrica da 82 cavalli e 210 Nm sotto il cofano. Niente tre cilindri benzina né bifuel a metano, si fa ricorso alla spinta garantita dal pacco batterie per muoversi a zero emissioni.

    Non sarà, tuttavia, un’alternativa di mobilità proposta sul mercato. Dovremo attendere il 2019 prima di scoprire una Seat elettrica pronta per la commercializzazione. e-Mii concept può considerarsi come la prima espressione di quel che sarà, progetto rivolto a un bacino d’utenza di circa mille automobilisti, quanti operano nella città tecnologica Pier01 e al Metropolis:Lab Barcelona. Una flotta destinata al car sharing, dieci veicoli disponibili, ovviamente prenotabili e utilizzabili facendo ricorso unicamente al proprio smartphone.

    La scheda tecnica della citycar elettrica dice di un’autonomia di marcia pari a 160 chilometri nel ciclo NEDC, ottimistico nelle previsioni come sappiamo. Nell’impiego reale, invece, la percorrenza dovrebbe arrivare a 120 chilometri circa. Le prestazioni velocistiche sono briose se si legge il dato di 11″3 in accelerazione, di gran lunga il migliore all’interno della gamma Mii, che non fa meglio di 14″4 con motore benzina 1.0 da 60 cavalli. Velocità massima di 130 km/h.

    La batteria ha una capacità di 18,7 kWh e si ricarica in 30 minuti all’80% facendo ricorso a una stazione rapida; dalla presa domestica, invece, servono fino a 9 ore per un ciclo di ricarica completo.