Seat: lo stabilimento di Martorell è amico dell’ambiente

Seat doterà lo stabilimento di Martorell di un potente impianto fotovoltaico, abbattendo le emissioni nocive prodotte

da , il

    seat martorell

    Con “SEAT al Sol” la casa automobilistica spagnola si pone in una posizione di rilievo nella lotta alle emissioni nocive. Lo stabilimento di Martorell sarà addetto alla produzione di energia, ovviamente tratta da fonti rinnovabili. Sarà il calore del sole la chiave della riconversione energetica: 320.000 metri quadri di pannelli solari offriranno una potenza pari a 100 MW, pari a 13 milioni di kwh di elettricità utile. La stessa elettricità è in grado di “campare” 3.000 abitazioni private in un anno di attività familiare.

    Il traguardo in soldoni è quantificato in 6.200 tonnellate di anidride carbonica (CO2) risparmiati nell’arco di 12 mesi.

    Grazie all’apporto del potente impianto fotovoltaico, la fabbrica di Martorell sarà un punto di riferimento nella produzione di energia e un esempio per le altre case automobilistiche. Tra i virtuosi c’è anche Lamborghini, che ha ridotto le emissioni del proprio stabilimento emiliano del 50% grazie all’installazione di un impianto fotovoltaico ampio 75.000 metri quadri.

    Entrambi i progetti si fondano sul principio di “autogestione”, secondo il quale l’energia deve essere prodotta dalla stessa realtà che la consuma, ed entrambe le iniziative danno il via al nuovo corso ecologico, con il quale le case automobilistiche curano l’ambiente seguendo due strade parallele, a valle e a monte della filiera produttiva.

    SEAT al Sol” è stato reso possibile grazie alla collaborazione con GA-Solar, di GESTAMP Corporation. Alla fine del 2010, grazie all’investimento complessivo di 17 milioni di euro, lo stabilimento di Martorell sarà definitivamente operativo.