Sefamori intelligenti: se ne dichiara l’illeggittimità

Sefamori intelligenti: se ne dichiara l’illeggittimità

Altro che semafori intelligenti, questi dispositivi sono illeggittimi

da in Codice della strada, Mondo auto, Sicurezza Stradale
Ultimo aggiornamento:

    C’è fermento a Trento, oggetto del contendere i cosiddetti semafori intelligenti che azionano le loro luci basandosi sul flusso veicolare e sull’intensità del traffico in prossimità dell’incrocio.

    A puntare il dito su questi dispositivi, il Commissariato del Governo per la provincia trentina che, al grido, “ i semafori intelligenti sono illegittimi “, ha sollevato un grosso polverone nei confronti delle amministrazioni locali. Una dichiarazione che trae il suo motivo d’essere da una sentenza del Giudice di Pace di un comune altoatesino che ha annullato una multa riferita ad una violazione dell’art. 146/3° comma del Codice della Strada.

    Secondo la circolare del Commissariato si ribadisce che ai sensi dell’art.

    158 del Regolamento di esecuzione del Codice della Strada, le lanterne semaforiche devono regolare, nel tempo, l’avanzamento delle correnti di traffico, sia veicolare che pedonale, in un’intersezione o in un tronco stradale e che pertanto l’azionamento del ciclo semaforico in base alla velocità dei veicoli, misurata a monte dell’impianto – tramite radar o spire induttive annegate nell’asfalto – non è previsto dalla legge oltre a costituire pericolo per la sicurezza della circolazione.

    Ciò senza trascurare il fatto che, stante l’illegittimità di questi dispositivi dovranno essere chiamati a rispondere anche penalmente tutti quegli enti che non disattivino tali impianti illegittimi.

    237

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Codice della stradaMondo autoSicurezza Stradale
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI