Segnaletica stradale: in Italia la peggiore

Segnaletica stradale: in Italia la peggiore

Basta osservare solo quest’ultimo aspetto per accorgerci che la sicurezza che vale per i “bestioni” della strada vale anche per noi

da in Codice della strada, Mondo auto, Sicurezza Stradale
Ultimo aggiornamento:

    segnali stradali

    Se potessimo dirottare parte delle risorse provenienti dalle multe a favore della segnaletica stradale tanto disastrata in Italia, non sarebbe per nulla male e ciò in quanto in Italia la segnaletica stradale è la peggiore e per di più la metà dei segnali disseminati sul territorio italiano non è conforme alle normative della UE; lo chiede l’Assosegnaletica, l’Associazione che raggruppa i produttori di segnali stradali che rimarca l’importanza della segnaletica ai fini della sicurezza stradale anche guardando ad un altro aspetto, i segnali della strada sono concepiti solo a misura d’auto e non dei mezzi pesanti che vedono i segnali a volte all’ultimo momento

    Basta osservare solo quest’ultimo aspetto per accorgerci che la sicurezza che vale per i “bestioni” della strada vale anche per noi. E se si guarda una città come Napoli, che è stata fatta oggetto di un’indagine da parte di Assosegnaletica, per renderci bene conto che su 100 segnali 69 sono irregolari, compresa l’assenza della marcatura posteriore del segnale in barba alle disposizioni del Codice della Strada e, per di più, dieci segnali su cento sono vecchi e malandati e quelli posizionati male sono ben l’11%, oppure senza essere fatto oggetto di manutenzione per quanto riguarda l’eventuale presenza di rami e alberi che ne occludono la visuale ed infine, sette segnali su 100 sono imbrattati o inservibili.

    Ma Napoli non è che la punta di diamante di un malessere complessivo che riguarda molti dei segnali stradali in tutta Italia al punto che quasi metà della segnaletica stradale sarebbe tutta da cambiare.

    “Occorre prestare attenzione alla vita utile del segnale che al massimo 10 anni dopo ‘scade’ con la conseguente riduzione della visibilità diurna e notturna”, ha detto Valerio Casotti, Consigliere delegato di Assosegnaletica, sottolineando che occorre considerare il segnale come elemento indispensabile per la sicurezza stradale. E, chissà, una volta tanto in Italia non siamo soli nei disagi, visto che sei automobilisti su dieci nella Comunità Europea dichiara di sbagliare strada a causa della segnaletica errata ed in queste condizioni…. Addio sicurezza stradale!

    390

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Codice della stradaMondo autoSicurezza Stradale
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI