Sicurezza stradale: a 200 all’ora in autostrada!

Sicurezza stradale: a 200 all’ora in autostrada!

Evidentemente i tanti proclami fatti per inneggiare alla sicurezza stradale, a poco o nulla servono per alcuni automobilisti che, per il semplice fatto di possedere auto potenti scambiano i tratti autostradali, anche trafficati, in veri e propri autodromi

da in Bmw, Codice della strada, Consigli e Guide, Ferrari, Mondo auto, Sicurezza Stradale
Ultimo aggiornamento:

    Polizia Stradale

    Evidentemente in questa terra c’è sempre più spazio per gli imbecilli che, nello specifico, sono anche criminali potenziali, laddove fossero accertate le loro responsabilità.

    E’ quanto palesa per l’ennesima volta il tratto di autostrada A12 che va da Sestri Levante a La Spezia dove sono state viste sfrecciare ad oltre 200 chilometri all’ora due auto; una Bmw ed una Ferrari 430 i cui proprietari, evidentemente, hanno scambiato quel tratto di strada, per’altro trafficato, in una porzione di autodromo.

    L’intervento della Polizia Stradale pur non potendo reprimere in tempo reale la grave infrazione è servito per lo meno a sanzionare, mediante il sequestro della Ferrari , il ritiro della patente e l’addebito di dieci punti al guidatore, il reo della bravata. Poco dopo analogo procedimento è stato adottato per l’altro conducente della BMW.

    Il reato commesso dai due “ piloti in erba “ potrebbe essere ancor più grave dell’eccesso di velocità e della guida pericolosa, visto che non è escluso che il Magistrato possa comminare una pena più dura afferente al reato di gara di velocità nella pubblica strada.

    Non mancano le reazioni all’eventuale provvedimento da parte di uno dei protagonisti della vicenda che ha dichiarato al quotidiano ligure “Il Secolo XIX”, “Ma quale gara di velocità, ma quale inseguimento mozzafiato. Io stavo superando la Ferrari quando ho visto l’autovelox e la pattuglia della Polizia stradale e ho rallentato.

    Quello evidentemente non se n’è accorto e ha accelerato, andando via. Io ho percorso almeno altri dieci chilometri in autostrada, andando ai 130 all’ora, e non ho visto nessuna pattuglia della Polizia alle mie calcagna. Erano le 11 e 30 del mattino. Ho visto gli agenti solo alle 20 di sera, a casa mia, quando mi hanno contestato l’infrazione”.

    Non resta che augurarci che la Magistratura faccia bene e rapidamente il suo corso al fine di assicurare alla giustizia chi ancora non si rende conto che un comportamento tanto censurabile come quello di viaggiare ad una velocità quasi doppia rispetto a quella massima consentita in autostrada è di gravissimo nocumento per la sicurezza stradale di sé stessi e di tutti.

    421

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN BmwCodice della stradaConsigli e GuideFerrariMondo autoSicurezza Stradale
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI