NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Sicurezza Stradale: anche il fumo “bandito” in auto

Sicurezza Stradale: anche il fumo “bandito” in auto

E’ da dire che difficilmente un provvedimento è stato tanto bi-partisan come questa nuova normativa che si intende applicare in Italia come fatto già in Gran Bretagna, da quando si sarebbe visto che le distrazioni per i fumatori sono troppe e vanno a discapito della sicurezza stradale, visto che la distrazione alla guida, non soltanto causata falle sigarette, è causa del 15,5% degli incidenti che si leggono in 40 mila sinistro

da in Codice della strada, Incidenti Auto, Mondo auto, Sicurezza Stradale
Ultimo aggiornamento:

    fumo in auto

    Non c’è pace per i fumatori, dopo essere stati relegati in speciali “riserve” posti in locali angusti, dopo essere stati letteralmente gettati fuori dai locali pubblici pur di sorbirsi una sigaretta, se non addirittura “invitati”, per usare un eufemismo, ad uscire dalla stessa casa da parenti ed amici non fumatori, a breve gli irriducibili del fumo di sigaretta, dovranno pure rinunciare a fumare in auto.

    Ciò in quanto, secondo uno studio, sarebbe pericoloso armeggiare con le dita impegnate a tenere la sigaretta mentre siguida e a nulla serve sapere che un fumatore “professionista” difficilmente si distrae perché fuma. Insomma, “Dura lex sed lex” lo prevedrà la Legge e dunque i fumatori dovranno rassegnarsi all’idea di fermare il mezzo per poter fumare alla stregua di come dovrebbero fare i conducenti se ricevono o intendono effettuare una telefonata.

    E’ da dire che difficilmente un provvedimento è stato tanto bi-partisan come questa nuova normativa che si intende applicare in Italia come fatto già in Gran Bretagna, da quando si sarebbe visto che le distrazioni per i fumatori sono troppe e vanno a discapito della sicurezza stradale, visto che la distrazione alla guida, non soltanto causata falle sigarette, è causa del 15,5% degli incidenti che si leggono in 40 mila sinistro. Risultato, chi non s’adegua sarà sottoposto ad una multa di 250 euro ed a un taglio di ben cinque punti dalla patente, ma se addirittura ci sono minori in auto, la multa si raddoppia.

    In questo caso l’attenzione ai minori da parte dello Stato è data dal rischio del fumo passivo respirato in auto, visto che, «Con i finestrini chiu¬si – dice il Legista Piergiorigio Stiffoni – la macchina diventa una camera a gas. Almeno i più piccoli van¬no protetti». L’emendamento sarà messo ai voti nei prossimi giorni.

    Ma l’accordo è già stato chiuso. «È un’idea di buon sen¬so e siamo pronti a votarla» di¬ce il capogruppo del Partito de¬mocratico Marco Filippi. Per il Pdl l’ok è del relatore Angelo Ci¬colani: «La sigaretta al volante non distrae solo quando l’ac¬cendiamo o la spegniamo. Se cade un po’ di cenere, e capita, è facilissimo perdere il control¬lo. Il divieto aumenterà la sicu¬rezza».

    425

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Codice della stradaIncidenti AutoMondo autoSicurezza Stradale
    PIÙ POPOLARI