Sicurezza stradale: Corri in pista, non in strada

Sicurezza stradale: Corri in pista, non in strada

In pratica si tratta di avvicinare i giovani con la guida consapevole e sull’osservanza della sicurezza stradale, per far ciò saranno previsti incontri tra studenti, piloti e istruttori di auto e moto, che si terranno presso gli Istituti scolastici coinvolti dal progetto tra ottobre e gennaio prossimo

da in Incidenti Auto, Mondo auto, Sicurezza Stradale
Ultimo aggiornamento:

    incidente stradale

    La sicurezza stradale approda nelle scuole italiane con un progetto di sensibilizzazione che avrà vita in almeno 150 scuole del nostro Paese al grido ”Fast on Track, not on Road – Giovani” (“Corri in pista, non in strada!).

    Gli istituti scolastici dove si svolgerà l’importante evento sono dislocati a Milano, Monza, Lodi e Pavia e l’iniziativa riceve il patrocinio dei Comuni di Milano, Monza e San Donato Milanese, da Renault Italia e da Bayer Italia, con la collaborazione del Comune di Pavia.

    In pratica si tratta di avvicinare i giovani con la guida consapevole e sull’osservanza della sicurezza stradale, per far ciò saranno previsti incontri tra studenti, piloti e istruttori di auto e moto, che si terranno presso gli Istituti scolastici coinvolti dal progetto tra ottobre e gennaio prossimo. Nel corso delle lezioni, verranno distribuiti opuscoli informativi accessoriati da cartoline di partecipazione a ”Un giorno in pista”, una serie di test attitudinali per mettere in pratica la parte teorica illustrata dai piloti e istruttori. Seguiranno test direttamente all’Autodromo di Monza a partire dal prossimo anno.

    “Ci sono meno incidenti sulle strade di Milano anche se i giovani restano la categoria più a rischio.

    Oltre un sinistro su quattro avviene nel fine settimana e una persona coinvolta su tre ha dai 18 ai 28 anni e gli incidenti in auto sono la prima causa di morte in questa fascia di età – ha dichiarato Edoardo Croci, assessore alla Mobilità durante la presentazione della nuova iniziativa – .Nei sei primi mesi del 2009, gli incidenti stradali a Milano si sono ridotti del 12,9% rispetto allo stesso periodo del 2008, ma da gennaio a agosto sono state 595 le sanzioni elevate per guida in stato di ebbrezza e 61 per guida sotto uso di stupefacenti”.

    Pierluigi Bonora, presidente dell’Uiga (Unione Italiana Giornalisti dell’Automobile), si è invece soffermato sul problema della carenza di infrastrutture. “Bisogna lavorare duramente se si vuole raggiungere davvero l’obiettivo del dimezzamento dei decessi per incidenti stradali entro il 2012, come previsto dalla Carta europea che anche l’Uiga ha sottoscritto “ In sostanza, questo progetto punta a ribaltare quel concetto che oggi va purtroppo per la maggiore, e cioè che i giovani sono portati dalle macchine e non il contrario”, ha concluso Bonora.

    Peccato che, contestualmente con questi importanti temi dibattuti nessun riferimento allo stato disastrato delle nostre strade è stato fatto eppure partecipano eccome esse stesse alla sicurezza stradale.

    443

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Incidenti AutoMondo autoSicurezza Stradale
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI