Sicurezza Stradale: Ecco il Disegno di Legge Bianchi, tante sanzioni, poca prevenzione!

da , il

    Sicurezza Stradale: Ecco il Disegno di Legge Bianchi, tante sanzioni, poca prevenzione!

    Sotto la spinta emozionale dell?opinione pubblica e nello specifico delle stragi del sabato sera, il governo reagisce, forse troppo in maniera istintiva e meno riflessiva, con un?azione uguale e contraria a quello che è il senso dello smarrimento della gente di fronte ad una mattanza reiterata tutti i fine settimana.

    Ne consegue che il Disegno di Legge Bianchi, che vedremo in ogni punto, non affronta il tema della sicurezza stradale tenendo conto dei diversi e più importanti fattori che intervengono determinando gli incidenti, piuttosto colpisce, a destra e a manca, a suon di multe, dimenticando, volutamente, che la prevenzione che dovrebbe essere la prima garanzia quando si parla di mobilità sulle nostre strade, passa attraverso la manutenzione delle stesse, dalle grandi opere sempre incompiute, dai controlli continui da parte delle pattuglie della Polizia Stradale e, laddove richiesto, addirittura a tappeto e non casuali e ancor peggio a campione, come oggi effettuato, per non contare, che sarebbe auspicabile, anche, esercitare controlli seri circa la corretta manutenzione dei veicoli che dovrebbe quanto mai essere imposta per Legge.

    Ma questo richiederebbe risorse e investimenti che né questa classe governante, né le precedenti,hanno voluto affrontare con serietà, è dunque, molto più redditizio puntare sul salasso degli automobilisti a colpi di Autovelox, spesso disseminati in maniera scriteriata più volti, al solito, a fare cassa che a puntare sulla reale sicurezza degli utenti della strada.

    Detto ciò, vediamo cosa prevede il Disegno di Legge, in 9 punti, che, qualora passasse al Parlamento, diverrebbe Legge dello Stato e dunque applicata in tutti i suoi aspetti. A voi il giudizio finale.

    Punto uno: Neopatentati:

    Dal 1° giugno, chi ha meno di 3 anni di patente non potrà guidare auto con rapporto/peso potenza maggiore a 60 Kw.

    Inasprimento multe per superamento della velocità massima consentita:

    Se si supera di 40 orari la velocità massima consentita, ma comunque, non oltre i 60, sarà prevista una sanzione amministrativa di 370 euro e si subirà la sospensione della patente da 3 a 6 mesi.

    Chi, invece, supererà il limite di 60 km orari, sopporterà una multa di 1.754 euro, congiuntamente alla sospensione della patente da 6 mesi ad un anno.

    Guida con telefonino

    Chiunque, sorpreso alla guida, mentre contemporaneamente parla al cellulare, subirà una multa di 148 euro e la sospensione della patente fino a 3 mesi.

    Veicoli pesanti e mezzi commerciali in genere

    E? prevista una nuova normativa per gli autisti e proprietari di mezzi pesanti alla guida, per questi lavoratori è prevista una diminuzione, da concordare, delle ore lavorate.

    Inversione di marcia

    Chi inverte la marcia, guida contromano, supera lo spartitraffico, sopporta una multa di 1.754 euro ed è sottoposto al provvedimento di revoca della patente.

    Guida in stato di ebbrezza:

    Per la guida in stato di ebbrezza sarà previsto l?arresto fino a 3 mesi di reclusione e una multa di 1.000 euro, qualora il fatto non arrechi più grave, conseguenza, perché, in questo caso e, comunque, laddove la compromissione dello stato vigile a causa dell?alcol, sia la causa di un incidente, la multa passerà a 3000 euro e l?arresto previsto sarà compreso fra 2 e 6 mesi di reclusione, oltre alla sospensione della patente e al fermo amministrativo del mezzo per 90 giorni.

    Qualora il tasso alcolemico sia maggiore di 1,5 gr per litro di sangue, vi sarà, immediata, la confisca del veicolo. Per i neopatentati il limite di alcol nel sangue viene abbassato a 0,02 grammi.

    Rifiuto a sottoporsi ad alcotest:

    Chi si rifiuta di sottoporsi a quella che comunemente viene chiamata ?prova del palloncino? su disposizione delle Forze dell?Ordine, sopporterà una multa di 5000 euro, sospensione della patente da 6 mesi a due anni e il fermo amministrativo del veicolo fino a 180 giorni.

    Vendita vietata di superalcolici lungo i tratti autostradali:

    Negli autogrill e comunque in ogni area di servizio autostradale, sarà vietata la vendita di superalcolici; il divieto non riguarderà, però, il vino e la birra.

    Aumento delle postazioni di rilevamento alcolemia:

    Maggiori postazioni saranno previste per il controllo della alcolemia, dalle attuali 200 mila lungo tutto il territorio nazionale ad 1 milione, circa.