NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Sicurezza stradale in Italia: un’ecatombe

Sicurezza stradale in Italia: un’ecatombe
da in Accessori auto, Codice della strada, Mondo auto, Sicurezza Stradale, Toyota
Ultimo aggiornamento:

    Impressionante il dato secondo il quale, in Italia la mortalità da incidenti stradali è fra la più elevata rispetto al resto d’Europa.

    Lo rileva l’European Transport Safety Council, l’autorevole Ente inglese che certifica, periodicamente, la sicurezza stradale negli Stati dell’UE e l’Italia, da questo studio, ne esce assai malconcia, se solo pensiamo ai 900 decessi in più rispetto alla media europea e 2.700 rispetto alla Francia, ritenuta la nazione più sicura in auto. In Italia c’è un morto e 4 feriti ogni 90 minuti, nei weekend si alza la media, con 1 morto ogni 70 minuti.

    A questo triste primato dovrà aggiungersi il dato impressionante di morti e feriti a causa degli incidenti verificatisi con le moto, che pesano con un 26% rispetto alla mortalità stradale e per di più sono sempre in aumento.

    E quel che stupisce è che le strade urbane sono le più rischiose, più di quelle extraurbane con grandi discrepanze fra una città e un’altra. Diversi i motivi di questa continua ecatombe; mancato uso delle cinture di sicurezza, in Italia, mediamente li indossano 7 automobilisti su 100, in Francia, 97; alcol, droghe, uso del cellulare alla guida, mancato rispetto delle norme di sicurezza fanno il resto, cui si deve aggiungere lo stato disastroso delle nostre strade e della segnaletica, come più volte segnalato.

    Si cerca di correre ai ripari, con Disegni di Legge, come quello del ministro Bianchi, ad esempio, molto discutibile, per la verità, così come si comincia a mettere mano al Codice della Strada. Ma anche la tecnologia parrebbe darci finalmente una mano, un esempio, la Toyota con il progetto ETSC, che nei sogni dei suoi progettisti c’è quello di azzerare il numero di vittime della strada e non inquinare per niente.

    Dunque, la tecnologia fa la sua parte, lo stato delle strade, ne fa un’altra importantissima, ma molto dipende dalla maturità del conducente e dal rispetto delle regole, compresa l’ interdizione di tutte quelle sostanze che interagiscono, negativamente, con la guida.

    Quando avremo unito questi fattori, la sicurezza stradale sarà totale, per intanto, perché non chiederci come mai in Francia per strada si muore, per fortuna, così poco?

    401

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Accessori autoCodice della stradaMondo autoSicurezza StradaleToyota
    PIÙ POPOLARI