Sicurezza Stradale: la prevenzione innanzitutto

Sicurezza Stradale: la prevenzione innanzitutto

    Alla riapertura delle scuole il Codacons si auspica che si inizi l'educazione stradale a scuola

    In ambito alla sicurezza stradale, in Italia, se ne parla, si studiano e, spesso, si mettono in pratica leggi e decreti repressivi, ma, stante i risultati, che poi si ottengono sulle nostre strade, i frutti di questi provvedimenti sono sempre scarsi, anche perché, nel nostro Paese, forse, manca una vera coscienza civica in auto, così come mancano, da sempre, gli strumenti di prevenzione che dovrebbero iniziare a scuola e che dovrebbero mirare proprio all’educazione stradale.

    E’ quanto si chiede il Codacons oltretutto, prevedendo ciò che già prescrive il Codice della Strada, proprio in concomitanza con le aperture delle scuole e che si basi sui principi della sicurezza stradale, sulla segnaletica e sul comportamento da tenersi alla guida.

    “Una delle cause principali degli incidenti stradali – spiega l’associazione – è proprio la scarsa conoscenza delle norme sulla circolazione stradale e sulla sicurezza del traffico. E pensare che proprio il Codice della Strada stabilisce che nelle scuole debba essere inserita, come materia scolastica, l’Educazione Stradale”. L’associazione denuncia che la norma è disattesa.

    E annuncia “una diffida diretta al Ministero dell’istruzione e ai Dirigenti Scolastici regionali, affinché si adoperino per dare esecuzione alle disposizioni del Codice della strada, imponendo l’Educazione stradale come materia di studio in tutte le scuole di ogni ordine e grado”.

    272

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI