Sicurezza stradale, prima la cintura

Più consapevolezza da parte dei moderni automobilisti in tema di glicemia

da , il

    Cintura di sicurezza

    Di sicurezza in auto si parla tantissimo, anche nelle coscienze degli automobilisti moderni, la scelta di sistemi, spesso a caro prezzo, riservati alla sicurezza durante la guida ha preso il sopravvento rispetto ad eventuali optional ritenuti meno utili.

    Ma quali sono i sistemi di sicurezza più efficaci inventati sin?adesso?

    Lo ha chiesto a 1100 intervistati una importante industria di pneumatici, la Avon e le risposte sono abbastanza fedeli rispetto alle scelte di dispositivi fatti dalla stragrande maggioranza dei compratori, nel momento di acquistare un?auto nuova.

    Le persone a cui è stata fatta la domanda hanno risposto che il primo vero sistema di sicurezza è la cintura, mentre al secondo posto figura l?ABS e al terzo l?airbag.

    Al quarto posto, vengono annoverati come ottimi sistemi di sicurezza, sia pure fuori dall?auto, gli occhi di gatto, che altro non sono che i punti della carreggiata che riflettono la luce indicando i limiti della strada. Segue, al quinto posto, il sistema adottato nelle più moderne auto che assorbe gli urti in caso di impatto e, al sesto posto, le cinture di sicurezza per i sedili posteriori, al settimo, il controllo di trazione, all? ottavo gli airbag laterali, al nono posto, il freno a mano e all?ultimo, in decima posizione, gliautovelox.

    In effetti non v?è una vera e propria classifica volta a ritenere l?eventuale ordine di importanza dei vari sistemi di sicurezza, perché tutti insieme partecipano a rendere sicuri i nostri viaggi, addirittura, nel caso dell?Airbag, questo è inutile e a volte persino dannoso se non si allaccia la cintura.

    Così come esistono altri dispositivi, non citati dagli intervistati, perché riservati a vetture più costose. Eppure la sicurezza è un bene di tutti, ricchi e poveri e lo sforzo, onestamente già intrapreso dalle Case automobilistiche di estendere i più moderni ritrovati anche per le auto più economiche, è già in atto.

    Piace pensare come la sensibilizzazione verso questo capitolo sia entrato nella mentalità di tutti gli automobilisti, soprattutto negli ultimi anni e questo è, sicuramente, un importante passo avanti.