Sicurezza stradale: proviamo il robottino BR23C

Sicurezza stradale: proviamo il robottino BR23C

E se le nostre future auto durante il moto imitassero quello degli insetti, delle api in particolar modo? se lo chiede Nissan che sta mettendo a punto un robottino, BR25C, che pare cavarsela bene!

da in Incidenti Auto, Mondo auto, Nissan, Sicurezza Stradale
Ultimo aggiornamento:

    BR23C Robot

    Avete mai visto uno stormo di cavallette che si dirige da un continente ad un altro, speriamo di no, ma un gruppo nutrito di api che si sposta in ordinata fuga forse è più semplice scorgerlo e così, osservando il volo di questi e tanti altri insetti, ma forse più suggestivo assistere rapiti a ciò che riescono a compiere le rondini durante le migrazioni per accorgersi che tutti questi esseri viventi sono accomunati da un elemento comune, la rotta priva di collisione fra di loro e se ci riescono gli animali, perchè non dovrebbe riuscirci l’uomo con le sue auto.

    Se lo stanno chiedendo scienziati giapponesi al soldo di Nissan che avrebbero presentato uno dei progetti più stupefacenti fin’ora prodotti in fatto di sicurezza stradale volto nella direzione giusta, ovvero, imitare il volo delle api, solo per citare uno solo dei milioni di insetti che si muovono in gruppo e realizzare oggi un prototipo, un robot biomimetico chiamato BR23C.

    Una mini, mini vetturetta, nessun riferimento alla vera Mini, che sfrutta quattro piccole ruote e durante il movimento schiva gli ostacoli e non collide con eventuali suoi simili. “Il sistema – spiega l’ingegnere – è un’ulteriore estensione del concetto Safety Shield a quattro strati della casa automobilistica (Concetto Nissan del veicolo che aiuta a proteggere gli occupanti), ma migliorare lo strato più interno di questo “scudo protettivo” e, in tal modo, a rafforza gli strumenti per la prevenzione delle collisioni della società”. “Durante il volo – conclude Doi – l’ape crea un proprio spazio personale di forma ovale, che in effetti ricorda molto il nostro Safety Shield.”

    Cosa dovrebbe intervenire affinché si evitino le collisioni, una telecamera o più telecamere e dei sensori, cos’altro sennò… il tutto avvolto e completato dalla tecnologia Laser che protegge l’auto in movimento evitandogli gli ostacoli e calcolando al millimetro la distanza con gli altri veicoli sorvegliati in una visione d’insieme di oltre 300 gradi.

    Una pazzia… macchè, alla Nissan giurano che è questa l’auto del futuro capace di non provocare più incidenti, speriamo e qualche buona notizia dal Sol Levante arriva, il robottino BR23C che abbiamo definito una mini, mini, vettura…. durante gli esperimenti non ha mai avuto un incidente eppure ha viaggiato eccome e dunque, se tanto mi da tanto… perché non provare davvero di esportare l’idea sulle vere quattro ruote!

    458

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Incidenti AutoMondo autoNissanSicurezza Stradale
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI