Sicurezza stradale: scuolabus insicuri!

Ciò in quanto proprio gli scuolabus più comuni sfuggono alle norme di sicurezza previste per tutti gli autobus, obbedendo solo alla normativa del 2001 n

da , il

    scuolabus

    Davanti alla notizia di uno scuolabus che precipita per una scarpata e solo per miracolo non ci è scappato il morto, restiamo basiti, di fronte alla tragedia di bambini che periscono mentre si recano a scuola o in gita proprio quando noi adulti dovremmo essere i primi a farci carico della sicurezza dei piccoli e indifesi scolari. Eppure, uno sguardo allo stato di questi mezzi ci fa capire che gli scuolabus non sottostanno in maniera ineccepibile a delle regole di sicurezza stradale come invece dovrebbe quanto mai essere e come parrebbe logico pensare.

    E che si possa fare tanto per migliorare la sicurezza stradale dei piccoli scolari lo dimostra un fatto paradossale; nell?ultimo incidente avvenuto nel bresciano, dove uno scuolabus ha compiuto un volo di ben 35 metri e per fortuna non ci è stata nessuna vittima, al di là del ferimento di due bambini che non sono in pericolo di vita, non si è causata una vera tragedia perchè il modello di scuolabus che ha subito l?incidente, era rappresentato da un moderno minibus a noleggio, non omologato come scuolabus ma semplicemente “prestato” al trasporto di scolari, era soggetto alle severe norme di sicurezza previste per gli autobus.

    Ciò in quanto proprio gli scuolabus più comuni sfuggono alle norme di sicurezza previste per tutti gli autobus, obbedendo solo alla normativa del 2001 n. 85 Ce, ovvero, non è previsto in questi mezzi che i passeggeri indossino le cinture di sicurezza, inoltre i mezzi sono sprovvisti di cintura di sicurezza, solo per citare due aspetti. Eppure gli incidenti in scuolabus si sono verificati e laddove è morto qualcuno, chissà, forse non sarebbe deceduto se gli scuolabus fossero a norma.

    A collidere con la sicurezza stradale sta il fatto che spesso questi mezzi sono ricavati dai veicoli commerciali e dunque non nascono come scuolabus, come dovrebbe avvenire e spesso i mezzi di derivazione sono obsoleti e riadattati in maniera artigianale, per non parlare di manutenzione ordinaria e straordinaria e, oltretutto, si verifica una grande contraddizione, ovvero, da un lato alle auto si richiedono accorgimenti quali ABS, ESP, cinture posteriori agganciate etc. e dall?altro si continua ad assistere a scuolabus dove viaggiare, in taluni casi, diviene un vero e proprio rischio.