NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Sicurezza Stradale: se trasgredisci all’estero vieni multato come se lo facessi a “casa tua”

Sicurezza Stradale: se trasgredisci all’estero vieni multato come se lo facessi a “casa tua”

Sicurezza Stradale: se trasgredisci all'estero vieni multato come se lo facessi a "casa tua"

da in Codice della strada, Mondo auto, Sicurezza Stradale
Ultimo aggiornamento:

    Tolleranza zero anche per chi commette infrazioni al Codice della Strada, mettendo a repentaglio la vita di se stesso e degli altri, trasgredendo le più elementari norme della sicurezza stradale, in un Paese della Comunità Europea, diverso da quello ove risieda.Il risultato segue ad una proposta della Commissione Europea e tiene conto del fatto sconcertante circa l’alta percentuale di trasgressori stranieri nei singoli Paesi, pari al 5% e che commettono almeno il 15% delle violazioni ai limiti di velocità.

    Per giungere a questo sistema repressivo la Commissione Europea istituirà un apposito sistema di scambio elettronico dei dati che viene comunicato al Paese di residenza del trasgressore in trasferta in modo che la sanzione possa essergli comminata come se l’avesse commessa a “casa propria”. Tale decisione segua anche l’evidenza di come nel 2007 non si sia assistito ad alcuna riduzione dei sinistri e conseguenti morti della strada da quando nel 2001 la UE si orientò per una riduzione drastiche degli incidenti per i successivi dieci anni.

    Nell’Ue, il metodo concordato per migliorare la sicurezza stradale si basa sul principio della “responsabilità condivisa” e tutti i membri della società possono apportare il proprio contributo.

    «La sicurezza stradale è un problema che riguarda tutti ed è una priorità della Commissione. ha dichiarato Jacques Barrot, vicepresidente della Commissione responsabile dei trasporti.

    “Nel 2001 avevamo fissato l’obiettivo di dimezzare in dieci anni il numero di morti sulle strade. Per conseguirlo, dobbiamo impegnarci di più adesso. La direttiva che abbiamo appena adottato è un elemento molto importante nell’insieme di provvedimenti assunti per migliorare la sicurezza sulle strade d’Europa”, ha concluso Barrot.

    300

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Codice della stradaMondo autoSicurezza Stradale
    PIÙ POPOLARI