NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Sicurezza stradale: sono tutti sicuri i caschi per moto?

Sicurezza stradale: sono tutti sicuri i caschi per moto?

Le prove cui sono stati fatto oggetto i caschi per moto si riferiscono a 15 caschi jet e consistevano nelle stesse prove previste dai produttori al fine di rispondere adeguatamente alla normativa di omologazione ECE R22-05; come detto 8 di questi caschi si sono dimostrati sicuramente insicuri, i restanti caschi che hanno superato al meglio la prova hanno prezzi di mercato, alcuni, davvero concorrenziali

da in Mondo auto, Moto 2017, Sicurezza Stradale, Video Auto
Ultimo aggiornamento:

    Quando si parla di sicurezza stradale si tende a considerare solamente l’incolumità derivante dalla guida di autoveicoli, è invece sicurezza stradale anche l’attenzione che si riversa agli utenti deboli, pedoni in particolare, ciclisti e motociclisti e proprio di quest’ultimi vogliamo parlare, alla luce di un’inchiesta effettuata dall’importante Associazione dei Consumatori, Altroconsumo, che avrebbe evidenziato come su 15 caschi per motociclisti esaminati, almeno 8 sono insicuri.

    I dati dell’inchiesta effettuata da Altroconsumo sono stati tempestivamente trasmessi al competente Ministero dei Trasporti affinché l’Ente possa intervenire garantendo l’incolumità di questi utenti della strada e dunque la sicurezza stradale collettiva.

    Le prove cui sono stati fatto oggetto i caschi per moto si riferiscono a 15 caschi jet e consistevano nelle stesse prove previste dai produttori al fine di rispondere adeguatamente alla normativa di omologazione ECE R22-05; come detto 8 di questi caschi si sono dimostrati sicuramente insicuri, i restanti caschi che hanno superato al meglio la prova hanno prezzi di mercato, alcuni, davvero concorrenziali.

    Ci si aspettava a questo punto da parte del Ministero dei Trasporti una risposta ad Altroconsumo che preludesse l’intervento su quei fabbricanti che pur promettendo l’incolumità dei motociclisti, di fatto sono risultati insicuri. Invece si è assistito al desolante silenzio da parte del Ministero.

    “E’ desolante il silenzio con cui il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha accolto la denuncia di Altroconsumo ed è ancora più desolante – continua l’Associazione – sentire l’industria far appello al momento delicato di crisi di vendite che stiamo attraversando.

    Qualsiasi congiuntura economica non può giustificare la minima deroga al diritto dei consumatori di trovare in vendita solo prodotti sicuri; e al dovere delle aziende produttrici di porre rimedio a eventuali maglie larghe nei controlli di sicurezza”.

    Assorbire gli urti, gli impatti, rimanere ben saldo in caso di caduta sono elementi fondamentali perché un casco moto sia definito tale. Sette caschi su quindici fanno il loro dovere. Altri otto no. “Qualcuno si assuma la responsabilità di ciò che i ragazzi oggi calzano sulle proprie teste” conclude Altroconsumo.

    391

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Mondo autoMoto 2017Sicurezza StradaleVideo Auto
    PIÙ POPOLARI