Sicurezza Stradale: test antidroga per scooteristi

Anche chi guida le moto deve essere nelle condizioni psicofisiche per farlo, lo dimostra il test antidroga previsto per i conducenti di scooter e moto per ottenere il patentino come vuole il sottosegretario Giovanardi

da , il

    Incidente moto

    Non ci può essere sicurezza stradale se prescindiamo dalla condotta di guida degli scooteristi e motociclisti in genere spesso al centro di tragedie e drammatiche conseguenze derivanti da una condotta di guida alterata dallo stato psicofisico dei conducenti.

    Dunque potremmo essere all?alba di un nuovo progetto volto alla sicurezza stradale che preveda, secondo il progetto del sottosegretario Carlo Giovanardi, un test antidroga anche per chi si accinge a guidare un motorino.

    Un?iniziativa che piace a ? Basta un?Attimo ?, ovvero la campagna nazionale sulla sicurezza stradale e contro le stragi del sabato sera promossa da AssoGiovani e Forum Nazionale dei Giovani, che reputa positiva l?introduzione del test antidroga al fine di ottenere la patente per condurre il motorino.

    “Non dobbiamo dimenticare – prosegue Lentino – che un incidente su due spesso è causato dalle condizioni psico-fisiche alterate del conducente e la gravità degli eventi non può farci rimanere indifferenti. Pensiamo che l’introduzione del test antidroga per i ragazzi che si apprestano a ottenere la patente del motorino sia una garanzia in più per la loro vita e quella degli altri. Oggi stiamo parlando di un esperimento, che speriamo possa essere portato anche in numerose altre città. Se il consumo di eroina – conclude Lentino – come dichiarano gli esperti aumenterà del 40% nei prossimi anni, occorre agire immediatamente perchè non vorremmo trovarci in una situazione peggiore di quella che oggi abbiamo sulle nostre strade, e a fronteggiare un’ulteriore e più pericolosa emergenza dopo quella della guida in stato di ebbrezza”.