Sicurezza stradale: troppi i bambini che muoiono per incidente

da , il

    Crash Test

    Siamo giustamente attenti alla sicurezza stradale di volta in volta certificati dall?Euroncap con i crash test riguardanti i sistemi di sicurezza attivi e passivi ma dimentichiamo i sistemi di sicurezza riguardante i bambini a bordo.

    “Sono dati agghiaccianti quelli che oggi vengono diffusi in merito alla strage dei bambini negli incidenti in auto. In Europa contiamo 5000 vittime all’anno. La poca attenzione, la noncuranza da parte dei genitori anche per quanto riguarda i loro figli quando salgono in auto e il non utilizzo dei seggiolini, sono le cause principali”.

    Non poteva mancare la risposta di Basta un attimo ( IT ) la campagna nazionale sulla sicurezza stradale e contro le stragi del sabato sera, ai dati, diffusi oggi in Italia, di un’indagine realizzata dall’European Transport Safety Council, un organismo europeo non profit che si occupa di sicurezza dei trasporti.

    Il dato è davvero allarmante si pensi ai 18.500 bambini morti a causa di un incidente stradale solo negli ultimi dieci anni, solo nel 2007 sono stati ben 1.200 “Il seggiolino per bambini in auto – dichiara Carmelo Lentino portavoce di BastaUnAttimo – è un accessorio obbligatorio e sicuramente necessario per la sicurezza dei piccoli a bordo. Purtroppo però, ancora oggi, in molti viaggiano trasportando i loro figli in modo illegale e pericoloso. Gli infortuni stradali – spiega Lentino – come visto, risultano essere la prima causa di morte per i bambini da 5 a 13 anni e nel nostro Paese è di una gravità inaudita che negli incidenti muoiono circa 100 bambini all’anno e moltissimi altri, rimangono feriti anche seriamente”.

    Secondo il portavoce di BastaUnAttimo in Italia “manca una cultura della sicurezza anche verso i propri figli”. “In molti ancora oggi pensano che i seggiolini in auto non servono a nulla – denuncia Lentino – Una cultura del genere è pericolosa, deve essere sradicata con maggiore informazione, più controlli e con una maggiore sensibilizzazione. Manca anche però un sistema chiaro in tema di seggiolini sia in tema di istruzioni per il loro montaggio che per l’omologazione non sempre fatta. E’ abominevole privare del futuro un bambino per stupide distrazioni o mancanze”.